Lucia Annibali e l’intervista a Luca Varani in tv: la verità è solo una

Lucia Annibali ha deciso di scrivere nero su bianco quello che ha provato appena saputo che Luca Varani sarebbe stato in tv per una intervista al programma Storie Maledette.

Decide di non seguire questa intervista tanto discussa ed esce fuori a cena, parla con i suoi amici, scrive una lettera aperta al Corriere della sera e spiega il perché della sua scelta.

“La verità è solo una” dice Lucia che non ha voluto seguire l’intervista in tv del suo ex, dell’uomo che l’ha condannata, dell’uomo che l’ha fatta sfregiare. Lucia sperava che anche i suoi genitori seguissero il suo esempio che non aggiungessero dolore al dolore ma loro invece hanno voluto ascoltare le parole di Varani in tv nell’intervista con Franca Leosini.

LEGGI QUI LE DICHIARAZIONI DI LUCA VARANI NEL’INTERVISTA

La verità è sempre una sola e non posso accettare che si provi a metterla in discussione. Non ho bisogno che qualcuno mi racconti com’è andata o che mi spieghi che cosa ho provato in quei momenti. Soltanto io sono autorizzata a farlo.

Sono queste le parole di Lucia Annibali che in questa sorta di lettera al Corriere della sera spiega quello che ha provato in questi giorni.

“Lascio che siano gli altri a dare spettacolo di sé e del mio dolore. Io di quello spettacolo non voglio nemmeno una particina da spettatrice. Non mi interessa. La sola cosa che mi interessa, mentre va in scena tutto questo, è continuare a resistere. Esercitare il mio diritto di donna a vivere in piena libertà e autonomia.”


PER APPROFONDIRE CLICCA QUI

Ha ragione Lucia, ha il sacrosanto diritto di dire la sua, è vero che solo lei potrò capire cosa si prova a sentire l’acido che brucia la tua pelle a cercare le ultime forze che hai in corpo per chiedere aiuto sapendo che solo così potrai sperare di salvarti.

È anche vero che la sua vita è cambiata e che lei ha avuto la forza di reagire, di andare avanti anche se non potrà mai dimenticare quello che è successo. E’ anche vero però che Luca Varani ha il diritto di raccontare come Lucia ha il diritto di non volerlo ascoltare e noi non potremmo mai permetterci di giudicare la sua scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.