Al via il cambio dei contatori elettrici, più risparmio e monitoraggio dei consumi

Entro la fine del 2017 verranno sostituiti i contatori Enel, tecnologie di seconda generazione 2g, che promette risparmio e monitoraggio dei consumi

Oltre trenta milioni di contatori elettrici verranno sostituiti a partire entro il 2017. L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, con la delibera 87/2016/R/eel, ha dato l’ok all’installazione dei nuovi apparecchi. Quanto costerà in totale tutta questa operazione? Costerà trenta miliardi di euro da riversare sugli utenti nelle bollette. Il tutto sarà fatto per aggiornare i contatori alle tecnologie di seconda generazione, 2G. Parliamo dei contatori intelligenti di seconda generazione che porteranno diversi vantaggi ai consumatori sia dal punto di vista economico che di risparmio di tempo. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

In media la sostituzione costerà circa 70 euro a contatore, ma ancora è presto per parlare di costi certi visto che tutto dipenderà anche dal tipo di contatore scelto. Verranno eliminate le code di fatturazione computate su misure stimate e che le procedure di cambio fornitura e di voltura diventeranno più rapide ed efficaci.

Arriva sulla bolletta dell’energia elettrica il canone rai ecco da quando – leggi qui

E non è tutto, perché verrà bypassato il sistema delle fasce predefinite con un grande beneficio per i consumatori: verranno, infatti, presentate innovative soluzioni prepagate nonché nuove offerte promozionali basate su fasce orarie flessibili fissate dal venditore. Inoltre verranno resi disponibili ogni quarto d’ora i dati relativi alla potenza e all’utilizzo individuale dell’energia: potremo visualizzare i valori direttamente sul display del misuratore oppure salvarli su dispositivi esterni per avere sempre sotto controllo i nostri consumi giornalieri. Tutto questo avendo sempre come obiettivo il risparmio e una gestione innovativa dei prelievi energetici. La delibera di ieri rappresenta una novità importante per l’Enel. L’installazione dei nuovi contatori 2G permette, infatti, alla società guidata da Francesco Starace di poter presentare, congiuntamente a Vodafone e Wind, un progetto comune per portare la banda larga, in una prima fase, in 250 città nelle aree più redditizie A e B. Vediamo se veramente servirà a risparmiare o ad accentuare le spese sui cittadini.

One response to “Al via il cambio dei contatori elettrici, più risparmio e monitoraggio dei consumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.