Papa Francesco attaccato dagli animalisti per il suo attacco a chi ama troppo gli animali e poco le persone

Qualche giorno fa Papa Francesco, durante la sua udienza generale, ha parlato di quanto è importante avere compassione per gli altri, ribadendo “ci vuole pietà non pietismo”. A questo proposito ha fatto un paragone che gli animalisti non hanno gradito. Il Papa infatti ha detto “non va confusa con la compassione per gli animali che vivono con noi, accade infatti che a volte si provi verso animali e si rimanga indifferenti di fronte alle sofferenze dei fratelli“. Questa affermazione agli animalisti non è piaciuta. Subito contro Papa Francesco, che secondo loro deve interessarsi ai problemi della Chiesa. Papa Francesco certo non intendeva certo andare contro gli animali o tanto meno dire che bisogna maltrattarli.

Ci sono tantissime persone che si attaccano agli animali perché non riescono ad avere rapporti umani con la gente che dovrebbe stargli accanto nel percorso che si chiama vita. Non si rendono conto che le persone bisognose hanno necessità di affetto e misericordia da parte nostra. Nulla contro gli animali. Papa Francesco si riferiva chiaramente a tutti gli uomini e alle donne che mostrano più affetto e compassione con cani e gatti e ignorano o sono indifferenti alle persone bisognose anche solo di un sorriso. Questo certo non è bello.

PAPA FRANCESCO UDIENZA GENERALE DI MERCOLEDI 11 MAGGIO 2016

Papa Francesco ama tutto il creato in quanto opera di Dio e come tale anche i cani e i gatti. Ma stiamo attenti a non far mancare mai la compassione vera anche alle persone che hanno bisogno e sono nella sofferenza. Ecco cosa hanno scritto a proposito gli animalisti (L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente): “Francesco si occupi dei problemi della Chiesa a partire dai sacerdoti che violentano i bambini e dei preti e cardinali che vivono negli attici…” non è certo questo il concetto e pensiamo che bisogna guardare oltre e non sempre ribadire delle cose che a volte sono detta senza conoscere a fondo i fatti e le persone. Non giudichiamo ma impariamo ad avere compassione di tutti proprio come ha invitato a fare il Pontefice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.