Concorso commissari polizia: requisiti e scadenza domanda in Gazzetta Ufficiale, ultime notizie sulle prove


Il 2017 è l’anno dei concorsi in Polizia. Dopo l’annuncio del maxi concorso per agenti che nei prossimi giorni vedrà il via delle prove scritte, sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando per il concorso commissari Polizia. I posti a disposizione sono decisamente meno, e questo ha già scatenato le prime polemiche interne, visto che l’attenzione del Ministero si è concentrata principalmente sull’innesto di forze nuove e non tanto nella specializzazione e nel miglioramento di grado di quelle già esistenti.

Concorso 80 commissari Polizia: bando “ristretto”

Entrando nel dettaglio del concorso, va però specificato quanto emerge dall’articolo 2 del bando reperibile online dal sito ufficiale della Polizia di Stato o dalla Gazzetta Ufficiale: degli 80 posti a disposizione, 28 saranno riservati in prima istanza a candidati con preferenza, e solo dopo, in caso di assenza di facenti domanda in possesso di tale caratteristica, si procederà all’occupazione dei posti residui verso la compilazione della graduatoria finale. Il bando specifica anche che la nomina a Commissari della Polizia di Stato arriverà a seguito di un percorso formativo della durata di 24 mesi da completare presso la Scuola Superiore di Polizia, al termine del quale, dopo aver conseguito un Master, i novelli Commissari effettueranno un tirocinio all’interno di uno degli uffici dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza, la cui sede non potrà variare per i successivi due anni, a fronte di uno stipendio lordo di circa 23.000 euro lordi.

Concorso commissari Polizia requisiti per la candidatura

Come confermato dalle ultime notizie inserite nel bando pubblicato sulla GU, il concorso sarà riservato a tutti i cittadini italiani, anche civili, che non superino i 32 anni d’età e purché siano in possesso di una laurea: nel bando non mancano le eccezioni anagrafiche.

Per quel che riguarda il percorso accademico, l’articolo 3 specifica l’apertura ai dottori in giurisprudenza, ai magistrali in scienze politiche, di economia e di scienze della pubblica amministrazione. In ogni caso, poiché è facile confondere le differenti denominazioni dei corsi di laurea, il Ministero specifica che sarà sufficiente rifarsi al codice identificativo.

Concorso commissari Polizia scadenza domanda

Anche in quest’occasione, il Ministero conferma la telematizzazione delle procedure di candidatura attraverso il sito concorsionline.poliziadistato.it, ma al termine dell’iter il candidato dovrà stampare e conservare un estratto firmato della domanda. Sarà cura dello stesso candidato presentare tale ricevuta di candidatura in sede d’esame.

Concorso commissari Polizia: prove d’esame

Ad oggi 7 luglio è noto che tutti i candidati saranno sottoposti ad una prova preselettiva, un questionario che verterà sui principi fondanti del diritto italiano. Le materie trattate saranno diritto costituzionale, diritto civile e penale, diritto amministrativo e diritto processuale penale, raccolti in una banca dati, che sarà pubblicata nei prossimi giorni, contenente 5000 quiz da cui saranno selezionate le domande che caratterizzeranno la prova di pre-selezione.

La data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del diario dei primi test e della località prescelta per lo svolgimento è fissata al 13 ottobre prossimo. E’ quindi il caso di restare sempre aggiornati con le ultime notizie. Tutti i candidati che avranno superato il primo step con una votazione minima di idoneità di 18 punti su 30 per ogni prova scritta, saranno sottoposti sia ad un accertamento psico-fisico effettuato dal personale medico, sia da una serie di test di efficienza fisica e psico-attitudinale. Chi conosce il mondo dei concorsi, potrà notare che le prove fisiche non sono cambiate, e prevedranno il chilometro di corsa in piano, eseguibile in un tempo limite di 4 minuti per gli uomini e di 300 secondi per le donne, il salto in alto e le trazioni alla sbarra.

Un’ulteriore scrematura dei candidati avverrà con il colloquio orale, che verterà su tutte le materie previste dagli scritti, a cui saranno aggiunti diritto del lavoro, ordinamento dell’amministrazione della pubblica sicurezza, diritto internazionale e diritto sulla navigazione. Anche in questo caso, la prova si ritiene superata con una votazione minima di 18 punti su 30.

Per ricevere le ultime news di Ultime Notizie Flash direttamente su Facebook Messenger clicca qui

Commenta l'articolo