A Chi l’ha visto la famiglia di Lucio contro Noemi prima di scoprire la verità


Nella puntata di Chi l’ha visto in onda il 13 settembre 2017 è andato in onda un documento che ha spaccato in due l’opinione pubblica. La giornalista di Rai3 era a casa della famiglia di Lucio, prima che venisse diffusa la notizia dell‘omicidio di Noemi Durini. Lucio, il fidanzato della ragazza scomparsa da Specchia, nello stesso momento stava confessando di aver ucciso la ragazza e di aver occultato il suo cadavere. I suoi genitori però non lo sapevano e raccontavano ai giornalisti del programma di Rai3 la loro versione dei fatti senza provare pietà per una ragazzina che in quel momento risultava scomparsa. Hanno raccontato di come questo fidanzamento abbia cambiato la vita di Lucio che prima, a detta loro, era un ragazzo come tanti, tranquillo  e senza grilli per la testa. Noemi, secondo il racconto del padre e della madre di Lucio lo ha cambiato, lo ha plagiato, entrava in casa loro la notte di nascosto, era una £ragazza facile cresciuta allo sbando per strada”. Ma queste non sono le parole più offensive che i genitori di Lucio hanno rivolto a Noemi. Hanno anche aggiunto un dettaglio inquietante dopo aver raccontato che per colpa di Noemi, Lucio aveva ricevuto tre trattamenti sanitari obbligatori nel giro di pochi mesi. La madre di Lucio ha dichiarato di aver scoperto che Noemi aveva trovato dei soldi per scappare ma prima lei e Lucio avrebbero dovuto uccidere i genitori di lui. Parole pesanti, accuse che lasciano di stucco. Non è però questo il contenuto che fa indignare.

CHI L’HA VISTO 13 SETTEMBRE 2017: IN VIDEO LA FAMIGLIA DI LUCIO CONTRO NOEMI

Mentre la giornalista è casa della famiglia infatti, le arriva la comunicazione che riguarda la confessione del ragazzo. In modo freddo e distaccato prova a informare la famiglia di quanto è accaduto e le reazioni dei genitori di Lucio sono particolari: la madre dice “è finita”. Il padre inizia a urlare e a piangere parlando di un mostro, non si capisce se si riferisca al fatto che suo figlio sia stato manipolato fino a diventare un carnefice. Poi solo urla, la madre di lui che aggiunge altri dettagli, dice che il padre di Noemi ha assoldato dei ragazzi per uccidere Lucio. E alla fine, con la testa tra le mani seduta su una sedia, urla “siamo morti” mentre le telecamere di Rai3 riprendono tutto.

Tanti i commenti mentre il programma andava in onda, grande il disappunto del pubblico che avrebbe voluto vedere solo la prima parte di questo documento inquietante. La sensazione però è che questa scelta non sia stata fatta solo dalla redazione di Chi l’ha visto ma che sia servita a mostrare un’altra faccia di questa storia. Certo, gli inquirenti avrebbero potuto acquisire il video in separata sede, ma non crediamo che si sia trattato di una scelta dettata da ragioni di share, anzi. 

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close