La mamma di Noemi Durini in diretta a Quarto Grado: “La famiglia di Lucio deve pagare con la galera”


E’ stata una puntata movimentata quella di Quarto Grado in onda il 6 ottobre 2017. In studio si parlava dell’omicidio di Noemi Durini, la sedicenne di Specchia uccisa dal suo fidanzato, il giovane Lucio. Mentre in diretta si raccontavano le ultime notizie sul caso, il padre di Lucio ha chiesto di intervenire rilasciando delle discutibili dichiarazioni ( leggi qui l’intervento di Biagio in puntata) che hanno provocato, come era immaginabile, la reazione della mamma di Noemi, la signora Imma, che ha deciso quindi di chiamare il programma per dire la sua in diretta. Il padre di Lucio ancora una volta ha tirato in ballo le amicizie di Noemi, dicendo che bisogna cercare in quella cerchia i motivi della morte della ragazza. La mamma di Noemi non ci sta e vuole ricordare chi fosse realmente sua figlia. “Io non volevo più intervenire, da un mese viviamo un dolore immenso, mia figlia è sotto terra e qui si parla ancora di amicizie” queste le parole della mamma di Noemi che definisce delle bestie i genitori di Lucio e che chiede che giustizia venga fatta.

“Adesso basta, questa bestia, devono lasciare in pace mia figlia, noi ce la piangiamo e loro dimenticano che sta sottoterra. Il buonismo non esiste in quella famiglia.

Noi siamo le persone oneste. Qui si trattava di un ragazzino che ha sempre subito sin dall’adolescenza. Io la querelo signor Biagio. Lei non deve diffamare mia figlia. Noemi sta sotto terra. L’altra sua figlia la sta facendo diventare peggio di lei. Io non ho paura. Io non odio. Io non porto rabbia l’ho sempre detto ma adesso basta, dovete lasciare in pace mia figlia, Noemi deve riposare in pace. Lei sta in mezzo alle persone che le vogliono bene. Io ogni giorno vado al cimitero per pregare mia figlia. Adesso basta. Questa bestia deve stare in silenzio. Io sono una mamma. “

Il conduttore le chiede perchè il padre di Lucio tira sempre in ballo queste amicizie: 

Mia figlia era sempre amica di tutti, mia figlia andava ad aiutare le persone con i problemi, perchè di questo non si parla? Perchè buttare fango? Si dovrebbe solo guardare allo specchio e vergognarsi. Le loro anime saranno dannate a vita. La giustizia ci deve essere. Mia figlia ha sedici anni e non c’è più. Io li voglio vedere tutti in galera a pagare per quello che hanno fatto. 

Per ricevere le ultime news di Ultime Notizie Flash direttamente su Facebook Messenger clicca qui

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo