A Le Iene si parla di Sveva Cardinale: nelle sue truffe mistiche coinvolta anche Mietta? (VIDEO)

Prima che il programma di Italia 1 si occupasse del caso “Sveva Cardinale alias Paolo Catanzaro mistico di Brindisi” conoscevamo la donna grazie a quello che la tv ci aveva raccontato di lei. La storia di una persona che aveva cambiato sesso, che aveva affrontato un percorso doloroso, come lei stessa raccontava nel salotto di Cristina Parodi a La vita in diretta. Oggi quella storia è solo un lontano ricordo, seppellita da tutte le testimonianze di persone che hanno perso tutto per “colpa” di Paolo Catanzaro/Sveva Cardinale. Oggi la donna è in carcere, continua a proclamarsi innocente e continua a dire di non aver soggiogato o plagiato nessuno. A Le Iene non si poteva non parlare del caso con la iena Veronica che è tornata a indagare su questa vicenda scoprendo qualcosa di molto particolare, persino il coinvolgimento di una persona famosa in questa vicenda, Mietta. 

I FILM DI SVEVA CARDINALE COSTATI AI SUOI ADEPTI PIU’ DI UN MILIONE DI EURO-Ma andiamo per gradi. La Ruggeri torna a occuparsi del mistico Paolo Catanzaro e scopre delle cose molto particolari. A lanciare una pista che fino a questo momento in tv non era stata percorsa ( il lavoro degli inquirenti lo lasciamo a loro ), è la figlia della coppia che ogni settimana versa 4000 euro a Sveva, una coppia che ha comprato alla donna una casa ad Asiago. Una coppia che ha cancellato dalla sua vita due figlie. E non si tratta di sprovveduti, di persone ignoranti: le persone coinvolte in questa storia sono colte, sono istruite ma soprattutto hanno i soldi. E Sveva lo sa bene. La figlia di queste due persone è stremata, non ce la fa più. Sua sorella è morta di infarto, stanca di tutto il male che c’era nella vita dei suoi genitori. E lei vuole raccontare tutto a Le Iene  svela che la Cardinale si è fatta dare dei soldi dai suoi genitori anche per dei film. Così Le Iene scoprono che i due film fatti da Sveva, di cui lei stessa aveva parlato in tv, sono stati pagati da queste persone, come dimostrano i bonifici fatti al regista del film. Il primo è costato circa 400 mila euro, e racconta appunto tutta la storia della vita di Sveva con il suo percorso verso il cambiamento di sesso. Il secondo invece è tutt’altra cosa, perchè come rivela il regista, a Le Iene, Sveva avrebbe voluto essere la protagonista. C’è però un problema: la persona che ha tolto di tasca sua 799 mila euro per questo film pensava che il soggetto forse la vita mistica di Paolo e non la storia di una escort. Quando le telecamere si spengono, il regista, messo alle strette, chiama questa persona con cui era in contatto e rivela che per il film sono serviti pochissimi soldi. Tutto il resto è stato preso da Sveva e Francesco. L’uomo, con la sua borsa di pelle, ritirava cash, i soldi che venivano prelevati dal padre del regista del film. 

MIETTA A LE IENE RIVELA QUELLO CHE ERA IL SUO RAPPORTO CON SVEVA– Ed è proprio in uno di questi film che la Ruggeri scopre Mietta, è tra le protagoniste della pellicola. Inizia quindi a scavare e ascolta la testimonianza di un altro uomo che ha dato dei soldi a Sveva. La donna gli aveva detto che avrebbe avuto un figlio con una persona famosa, questa persona è Mietta. L’uomo rivela anche che all’inizio ci aveva creduto e che quindi aveva dato molti soldi, poi però si era tirato indietro. E quando la Ruggeri gli chiede se pensa che la cantante in qualche modo sapesse quello che succedeva, dice di non poterlo escludere. A questo punto quindi alla iena non resta che incontrare Mietta. La cantante parla di foto fatte con Sveva, di incontri, di domande pressanti, la Cardinale le chiedeva come sarebbe potuta arrivare a Sanremo. Ma dice anche di non avere nulla a che fare con tutto il resto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.