Esplosione distributore Rieti, il bilancio è di 2 morti e almeno 18 feriti


Esplosione distributore Rieti, il bilancio è di 2 morti e almeno 18 feriti

Il bilancio è di 2 morti e almeno 18 feriti coinvolti nell’esplosione avvenuta all’interno di un distributore di carburante sulla Salaria, nella provincia di Rieti. Ad esplodere è stata un’autocisterna piena di liquido infiammabile che si trovava presso la stazione di servizio. Ne è dunque conseguito un incendio. Tra le persone colpite si trovano anche i vigili del fuoco intervenuti per mettere in sicurezza l’area e i soccorritori dell’Ares 118. A perdere la vita sono Stefano Colasanti, 50 anni, vigile del fuoco in servizio nel distaccamento di Poggio Mirteto, e un passante che si trovava nei pressi del distributore incuriosito dall’accaduto.

L’ESPLOSIONE ALL’INTERNO DI UN DISTRIBUTORE DI CARBURANTE AVVENUTA SULLA SALARIA, LA DINAMICA DEI FATTI

Il vigile del fuoco che ha perso la vita nell’esplosione non faceva parte della squadra dei soccorritori arrivati sul luogo. Si stava dirigendo a Roma quando ha visto l’incendio e si è fermato per mettere in salvo le persone coinvolte. E’ possibile che la seconda esplosione lo abbia colpito non lasciandogli scampo. L’altra vittima si era fermata con l’auto ad una decina di metri dal distributore quando è stato investito dalle fiamme generate dalla seconda esplosione. Quest’ultima ha scaraventato l’autocisterna a diversi metri di distanza dal distributore.

Secondo quanto si apprende, l’esplosione sarebbe partita proprio dall’autocisterna.

A parlare dell’accaduto è Antonio Mannoni, questore di Rieti.

L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando gpl nell’area di servizio“, spiegando che è avvenuto “un primo incendio e mentre i vigili del fuoco e il 118 stavano operando è avvenuta una violentissima esplosione“. L’autocisterna, nel corso della seconda deflagrazione, è partita a forte velocità arrivando su una strada vicina e travolgendo così un furgone e due automobili. I feriti coinvolti hanno riportato diverse ustioni e sono stati trasportati presso gli ospedali di Rieti e di Roma.

L’area interessata dall’esplosione all’interno del distributore è stata interdetta. A parlare è Davide Basilicata, il sindaco del comune interessato dall’esplosione, Fara Sabina. Ha riferito che “è stata predisposta una zona rossa su tutta l’area che al momento è stata interdetta“. La Salaria, nelle ore che hanno seguito la terribile esplosione avvenuta presso il distributore di carburante, è stata chiusa in entrambi i sensi di marcia.

Le persone che hanno assistito alla scena hanno raccontato di aver sentito un forte botto e di aver pensato che fosse il terremoto. A riferirlo sono state le persone residenti nelle abitazioni vicine al distributore. Non ci resta che attendere ulteriori aggiornamenti su quanto accaduto.

Esplosione distributore Rieti, il bilancio è di 2 morti e almeno 18 feriti ultima modifica: 2018-12-06T10:20:48+00:00 da Sissi

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.:03370960795 - iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close