Il dramma di Patrizia Mirigliani: ha denunciato suo figlio per minacce, estorsione e violenza

Patrizia Mirigliani racconta una pagina della sua vita complicata.E’ la storia di suo figlio che è stata costretta a denunciare. La storia di una mamma coraggiosa che nei prossimi mesi probabilmente non potrà vedere suo figlio ma che ha scelto di denunciarlo per provare a salvargli la vita. Patrizia Mirigliani ha denunciato suo figlio per minacce, estorsione e violenza. Il ragazzo porta oggi un braccialetto elettronico che gli impedisce di avvicinarsi a sua madre: una scelta forzata, costata cara all’imprenditrice ma che potrebbe servire per salvare la vita di suo figlio. “Sono dodici anni della mia vita che combatto, Nicola soffre di dipendenze, l’ho portato in sette comunità. Se sono arrivata al punto di denunciare mio figlio, è perché sono distrutta ” ha spiegato la Mirigliani.

E su TPI in un articolo a cura di Selvaggia Lucarelli, anche il racconto del figlio di Patrizia che ha scelto di rendere nota questa vicenda.

PATRIZIA MIRIGLIANI DENUNCIA SUO FIGLIO: LA VERSIONE DI NICOLA

Nicola, il figlio di Patrizia, ha una versione dei fatti diversa da quella che su madre ha dato. Spiega che è stato cacciato di casa anche se sua madre non potrebbe farlo, avendo l’obbligo di mantenerlo fino ai suoi 34 anni. Dice inoltre che la donna avrebbe chiesto a tutte le persone che lo conoscono di non aiutarlo. E poi aggiunge, commentando le tre denunce fatte da sua madre: “Io non nascondo i miei problemi con la droga, sono cominciati a 18 anni, adesso ne ho 31, in passato ho fatto qualche furtarello a casa, ma sono un bravo ragazzo e ora sono pulito. Venerdì sarò sentito dal giudice, spero mi toglieranno questo braccialetto. Mia madre ha fatto la cosa più brutta che si può fare a un figlio e voglio renderla pubblica, è imperdonabile”.

La Mirigliani spiega che suo figlio continuava a pretendere che lei mantenesse ogni suo vizio. Lo ha denunciato stanca di questa situazione e il magistrato questa volta ha capito la situazione attivando quindi il codice rosso. Patrizia spiega che in questi anni ha cercato di aiutare suo figlio in tutti i modi, portandolo anche in diverse comunità ma usciva sempre. Gli ha anche detto di andare a Trento da suo padre per ricominciare lì una vita con un nuovo lavoro. Lui si rifiuterebbe. E allora la Mirigliani è pronta a fare la guerra, se questo può servire per salvare la vita di suo figlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.