Rivelazioni shock di Anonymous: Lady Diana uccisa perchè a conoscenza di un segreto


Da Anonymous arrivano delle clamorose rivelazioni che rivelerebbero il reale motivo per il quale Lady Diana sarebbe stata uccisa. Sin dal giorno successivo alla sua morte le voci secondo le quali la principessa triste non fosse morta per caso in un tragico incidente stradale si susseguirono. Tanti i motivi per i quali Lady D avrebbe rappresentato una minaccia per la casa reale e oggi, Anonymous con le sue rivelazioni, spiega quale sarebbe il grande segreto alla base di tutto. Lady Diana, secondo quanto riferisce il gruppo di hacker che sarebbe in possesso dei documenti per affermare quanto annunciato, lady Diana avrebbe minacciato Carlo, dopo esser entrata in possesso di un audio che avrebbe potuto provocare un grande scandalo per la famiglia reale. I membri della Royal Family non erano coinvolti in prima persona nella vicenda ma a quanto pare, pur di mettere a tacere le voci e il pericolo che arrivava da Diana, avrebbero agito di conseguenza.

Ma qual è il grande segreto che avrebbe portato l’ex moglie del principe Carlo alla morte? Precisiamo che questi documenti circolano da ore sui social associati al gruppo Anonymous ma sui loro profili ufficiali non c’è nessuna indicazione.

LADY DIANA E’ STATA UCCISA: LE RIVELAZIONI SHOCK DI ANONYMOUS

Seguendo le ricostruzioni di Anonymous, una donna che era al servizio della corte venne costretta ad avere rapporti sessuali da un dipendente molto vicino al principe Carlo, tanto che ad oggi sarebbe ancora al suo servizio. Dopo due violenze, la donna sarebbe stata liquidata dai reali d’Inghilterra con una buonuscita di trentamila sterline per pagare il suo silenzio. Secondo quanto ricostruiscono gli hacker, Lady D avrebbe in qualche modo avuto una registrazione compromettente su questo stupro. La paura che potesse dare tutto in pasto alla stampa e ai media, avrebbe poi portato qualcuno a prendere una decisione così scioccante. L’audio, secondo quanto riferisce Anonymous tra l’altro, dopo la morte di Lady D sarebbe scomparso, andato distrutto.

La decisione di Anonymous di rendere nota questa vicenda, deriva dalla voglia di mostrare al mondo come i poteri forti, possano ordinare anche degli omicidi di persone così importanti.

Sui social sono stati postati anche alcuni documenti ma Twitter, sta eliminando il materiale non ritenuto veritiero. Un estratto:

Un nastro mancante visto per ultimo in possesso di Paul B. contiene le prove di un presunto stupro all’interno della casa reale di cui la polizia non era stata informata al momento. Ieri è stato appreso che il nastro di 30 minuti, che ora è scomparso, descrive in dettaglio le affermazioni di un servitore reale che afferma di essere stato stuprato due volte da un uomo che lavora a stretto contatto con il Principe Carlo. Si diceva che uno degli incidenti fosse avvenuto in Egitto, l’altro nel palazzo reale. Resta inteso che la presunta vittima, che è stata pagata meno di £ 10.000 all’anno, ha lasciato la casa reale con un pagamento di £ 30.000 “, iniziano le catture.

Un altro estratto:

Ma la polizia crede che il nastro sia” potenziale dinamite “e che se mai dovesse sorgere, potrebbe mettere gravemente in imbarazzo la famiglia reale. La registrazione è stata fatta dalla principessa Diana, che ha segretamente registrato la presunta vittima mentre si stava riprendendo. il suo calvario alla Priory Clinic di Roehampton, nel sud-ovest di Londra, la principessa teneva il nastro in una scatola di mogano a Kensington Palace, insieme a lettere molto sensibili e un anello che James Hewitt le aveva regalato. da Mr. Burrell e la sorella di Diana, Lady Sarah McCorquodale, poco dopo la morte della principessa, ma quando Lady McCorquodale chiese a Mr. Burrell di restituire la scatola, mancavano il nastro e altri oggetti. Burrell nega li ha e ha affermato che sono scomparsi dalla dispensa del maggiordomo. Sebbene gli investigatori non riescano a trovare il nastro mancante, Lady McCorquodale ha detto loro che contiene un resoconto delle presunte violazioni

Queste ovviamente, tesi e ipotesi che, qualora si ritenesse opportuno, dovranno essere verificate. La questione potrebbe intricarsi in quanto Anonymous starebbe per pubblicare la confessione del sicario che sarebbe stato ingaggiato per uccidere Lady Diana.

Secondo altre fonti invece, le notizie sarebbero circolate in rete ma non sarebbero state diffuse in modo ufficiale da Anonymous ma da qualcuno che ha usato il nome del gruppo di hacker più famoso al mondo in una situazione generale di confusione.

Leggi altri articoli di Dal Mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close