Variante francese del Covid: esplode un focolaio impazzito

variante francese del Covid

Francia in difficoltà a causa di un nuovo focolaio di Covid che sembra essere esploso poco a Nord di Parigi, precisamente dentro all’ospedale di Compiègne dove sarebbero 160 pazienti i contagiati e decine i medici e gli infermieri della struttura. Una variante del Covid che nulla avrebbe però a che fare con quella inglese di cui si era parlato nelle scorse settimane e che, per forza di cose, preoccupa e non poco l’intera Francia. Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 22.848 nuovi contagi da Coronavirus, stando ai dati ufficiali. La situazione è difficile in tutta Europa: nel Regno Unito si sono toccati picchi di 2000 morti in sole 24 ore, con un ricovero in ospedale per covid ogni 30 secondi. Il governo ha deciso di utilizzare anche i bus al posto delle ambulanze, per cercare di gestire l’emergenza. E intanto dal mondo, non sembrano arrivare notizie positive, anzi.

Ecco allora le ultime news su questa possibile ennesima mutazione del Coronavirus che da un anno ormai sta tenendo sotto scacco il mondo intero.

Variante francese del Covid: esplode un focolaio impazzito

Come anticipato, il focolaio più importante è esploso nell’ospedale di Compiègne. La direttrice dellla struttura, Catherine Latger, ha dichiarato “di aver chiesto nuove analisi per verificare la presenza di nuove varianti non identificate“. Nei pazienti contagiati si è infatti esclusa la presenza della variante inglese del Covid già identificata da settimane. Potrebbe davvero essere una nuova mutazione del virus? Sì, visto che da tempo gli esperti avevano sottolineato la capacità del virus di potersi trasformare con estrema velocità. Al momento la Francia, così come tanti altri paese, ha dato il via alle prime vaccinazioni anti Covid.

A oggi i vaccinati sono al momento all’incirca 800mila e si punta al milione a fine gennaio. Le vaccinazioni non stanno andando a ritmo serrato e anzi, denotano un andamento più lento della Francia rispetto ad altri paesi dell’Unione Europea, compresa l’Italia. Ma il Governo sta lavorando al miglioramento di questo servizio e, stando a quanto dichiarato proprio nelle ultime ore dal Ministro della Salute di Parigi, Olivier Veran, 500mila nuovi centri per le vaccinazioni saranno aperti e prenotabili per la fine di febbraio.

Variante francese del Covid: cosa sappiamo

Per il momento, dunque, la Francia conosce pochissimo di questa probabile variante del Covid che ha dato il via a un focolaio impazzito poco a Nord di Parigi. Ma di certo la nuova possibile variante non andrà sottovalutata con gli scienziati francesi già a lavoro per identificarla. Nel frattempo la Francia annuncia che a partire da domenica sarà necessario, per entrare, un tampone molecolare negativo al Covid-19 che sia stato effettuato 72 ore prima della partenza da tutti i viaggiatori europei, esclusi i cosiddetti viaggi essenziali. I lavoratori frontalieri e il trasporto terrestre saranno esentati da questo obbligo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.