Linciaggio in Honduras: 600 persone per uccidere l’italiano Giorgio Scanu

Linciaggio in Honduras: ucciso l'italiano Giorgio Scanu

Una vera e propria tragedia in Honduras costa la vita a Giorgio Scanu, italiano originario della Sardegna residente proprio nella nazione dell’America centrale. Un linciaggio in piena regola messo a punto da oltre seicento persone che avrebbero fatto irruzione nella casa dell’uomo uccidendolo in modo crudo. Sul web, purtroppo, girano video dell’uccisione dell’uomo che sarebbe stato colpevole, secondo quanto ricostruito dai media locali, di avere ammazzato nella giornata di mercoledì il 74enne vicino di casa, uomo indigente.

La dinamica del linciaggio è molto chiara anche se le autorità stanno ancora indagando. Una folla inferocita avrebbe accerchiato l’abitazione di Giorgio Scanu. Persone “armate” di grosse pietre, bastoni e machete, inferocite e determinate a vendicare l’uomo 74enne trovato morto. Per Giorgio Scanu, che a lungo avrebbe implorato i suoi assassini, non c’è stato scampo.

Linciaggio in Honduras: la dinamica

Stando a quanto riportato dal quotidiano El Heraldo di Tegucigalpa, “una folla inferocita di circa 600 persone, molte delle quali armate di bastoni, machete e pietre è entrata nella casa dell’italiano con l’evidente intenzione di ucciderlo“. A niente sarebbe servito l’intervento della Polizia Locale che non ce l’ha fatta a arginare la rabbia delle oltre seicento persone lì presenti.

Giorgio Scanu avrebbe tentato di fuggire nascondendosi in un forno nel patio della sua residenza ma sarebbe stato raggiunto dalla folla inferocita. Davvero crudi i video che hanno cominciato a circolare sul web. In uno di questi si nota la vittima implorare i suoi assassini di essere risparmiato. La scena prosegue con l’uomo che, colpito da una grossa pietra, cade esanime al suolo.

Una storia agghiacciante che sembra poter appartenere a tempi lontani da noi e che invece accade oggi, nel 2021. Come già anticipato Giorgio Scanu era stato accusato dalla folla di aver ucciso mercoledì il vicino di 74 anni Juan de Dios Flores, “colpevole” di aver tagliato un albero del suo giardino. Il linciaggio è avvenuto in un villaggio a circa 80 km a sud di Tegucigalpa. Le autorità locali hanno intanto avviato una indagine per scovare i responsabili di questo atroce fatto.

Nel frattempo, i media locali stanno continuando a trasmettere il video della folla inferocita che si riversa sull’uomo che da lì a poco soccomberà. Ma sono tante le immagini che arrivano dall’Honduras;  il quotidiano El Heraldo di Tegucigalpa (che per primo ha dato la notizia) afferma di essere in possesso di un video ancora più agghiacciante che però non mostrerà perché troppo “forte”: riprende tutte le fasi dell’attacco e dell’assassinio dell’italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.