Premafin: nuovo piano da Groupama

Groupama sarebbe intenzionata a proporre una sorta di piano B su Premafin. E’ questa l’indiscrezione resa nota questa mattina da alcuni giornali. Nelle scorse settimane la Consob si era pronunciata sull’ingresso di Groupama in Premafin, stabilendo l’obbligatorietà di un’opa a cascata sia su Premafin che su Fondiaria Sai.

Successivamente a questo stop, i Ligresti avevano fatto sapere che il dialogo con Groupama non aveva più alcuna ragione d’esistere, proprio perchè una delle condizioni essenziali dell’accordo era proprio l’approvazione da parte della Consob. Anche Groupama sembrava aver fatto un passo indietro.

Questa mattina invece, sempre secondo queste indiscrezioni, Groupama si sarebbe rifatta viva con un nuovo piano che prevede l’ingresso con una quota del 17% in Premafin e nessuna azione su Fondiaria Sai. La porta a questo nuovo approccio però sembrerebbe già chiusa. Premafin, attraverso i Ligresti, avrebbe già fatto sapere di non essere interessata a questo piano di ripiego e di essere invece intenzionata a proseguire la ravvivate trattative con Unicredit. La stessa aria che si respira negli ambienti finanziari sembra essere inequivocabile: per Premafin l’unica soluzione plausibile passa dall’Italia,attraverso Unicredit.La strada per un accordo tra Unicredit e i Ligresti sulla questione Premafin, resta comunque tutta in salita e aperta a qualsiasi genere di evoluzione.

Scric

One response to “Premafin: nuovo piano da Groupama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.