Pensioni ultime notizie: bisogna lavorare fino a 70 anni? Arriva la proposta

pensioni lavorare fino 70 anni

Pensioni ultime notizie: bisogna lavorare fino a 70 anni? A parlare di questo è il blog di Nicola Porro, riportando le parole di Edward Palmer, che è considerato tra i padri del sistema pensionistico della Svezia. Si parte dunque da una citazione apparsa su un articolo di Juan Pedro Velazquez-Gaztelu, su El Pais, appartenente proprio a Palmer: “Se viviamo di più perché non lavoriamo per più tempo?“. Palmer, data l’efficienza del sistema pensionistico svedese, ha cercato di trovare una soluzione alla situazione di altri Paesi tra cui la Spagna. Scopriamo quali sono le sue idee e come potrebbero rivoluzionare il sistema delle pensioni in Italia, andando in controtendenza rispetto alle misure adottate dal Governo per mandare le persone in pensione molto prima del previsto.

PENSIONI ULTIME NOTIZIE: PERCHÉ SI DEVE ANDARE IN PENSIONE A 70 ANNI

Il Governo M5S-Lega ha adottato una serie di misure volte al pensionamento anticipato, tra cui le pensioni quota 100, ma anche la pensione anticipata e l’opzione donna. Edward Palmer, esperto sul tema pensioni, avanza invece un’altra ipotesi. Si parte dal dato di fatto dell’aumento dell’aspettativa di vita delle persone. Sul blog di Nicola Porro, in un articolo firmato da Leopoldo Gasbarro, si parla del primo assunto da cui parte Palmer. Quest’ultimo sostiene che sia possibile creare un sistema pensionistico sostenibile dal punto di vista finanziario ma che garantisca al contempo anche il pagamento di pensioni buone. Paesi come l’Italia, ma anche la Spagna, si devono preparare ad un gran numero di pensionati. Il calo delle nascite non garantisce però un’adeguata copertura previdenziale nel futuro. Dunque quale può essere la soluzione a tutto questo? Bisognerebbe aumentare, e di molto, l’età pensionabile. Per rendere il sistema pensionabile sostenibile, e per fare in modo di garantire pari opportunità a tutti, si dovrà lavorare almeno fino a 70 anni. Quelli che verranno dopo dovranno farlo per ancora più tempo.

Il discorso non fa una piega ma per mettere in pratica un sistema del genere in Italia, bisognerebbe educarne i cittadini fin da piccoli. La cultura italiana prevede che ad un certo punto della vita si possa andare in pensione e godersi i frutti del duro lavoro svolto. Ad oggi si va in pensione in media verso i 65 anni. Con le pensioni quota 100, molti lavoratori in questi mesi stanno lasciando il lavoro già a 62-63 anni. Sarà davvero sostenibile un sistema del genere nel lungo periodo, considerando anche il calo delle nascite? Secondo Edward Palmer, assolutamente no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.