Pensioni quota 100 ultime notizie, si svuotano gli ospedali: è allarme per l’uscita di medici e infermieri


pensioni quota 100 ospedali

Pensioni quota 100 ultime notizie, si svuotano gli ospedali. La misura è piaciuta molto a medici ed infermieri, che hanno colto la palla al balzo per lasciare il lavoro in anticipo di qualche anno per godersi la meritata pensione. A quanto pare però, la massiccia adesione di medici, infermieri e operatori che lavorano in ospedale, rischia di creare problemi ai servizi per i cittadini. L’allarme è stato lanciato dalla Fiaso, ovvero la federazione delle aziende ospedaliere. Da gennaio a maggio, i pensionamenti con la quota 100 sarebbero stati il 30% di quelli complessivi.

PENSIONI QUOTA 100 ULTIME NOTIZIE, SI SVUOTANO GLI OSPEDALI CON QUESTA MISURA: MASSICCE ADESIONI DI MEDICI, INFERMIERI E OPERATORI

Nel corso del tavolo di confronto sul Patto per la Salute, che ha avuto luogo a Roma, la Fiaso ha lanciato l’allarme sullo svuotamento degli ospedali come conseguenza delle pensioni quota 100. Il presidente Carlo Ripa di Meana al riguardo ha detto: “Quota 100 rischia di far aumentare del 24% i pensionamenti anticipati del personale sanitario“. Questo comporterebbe maggiori criticità e andrebbe a mettere “in discussione l’offerta assistenziale“. Le aziende sanitarie verrebbero dunque messe “nella condizione di dover individuare soluzioni per scongiurare l’interruzione di pubblico servizio“.

La Fiaso, a supporto di questa tesi, ha portato diversi dati derivanti da alcune analisi effettuate. Questi riguardano più della metà delle aziende sanitarie pubbliche. E’ emerso un aumento dei pensionamenti per quanto riguarda il personale amministrativo, pari al 33%, ma anche degli operatori socio-sanitari, con un aumento del 26%. Anche gli infermieri sembrano aver aderito in maniera importante a quota 100, con un 20% di domande in più. Aumenta del 16% invece la percentuale dei medici in uscita.

Solo nel corso del mese di maggio 2019 i pensionamenti con questa misura sono stati 5.325. Tra questi ci sono 1.070 amministrativi, 1.009 infermieri, 352 operatori socio-sanitari, 682 medici e 2.212 altri, tra cui i tecnici. A tali numeri vanno sommati quelli relativi ai pensionamenti con un’altra misura, l’opzione donna.

Carlo Ripa di Meana, dati alla mano, ha presentato alcune proposte per far fronte a questa situazione che rischia di mandare in tilt il sistema ospedaliero italiano. Secondo il presidente, si ritiene necessario aggiornare il percorso relativo alla specializzazione, arrivando a consentire “anche alle aziende sanitarie di stipulare direttamente ulteriori contratti“, oltre a quelli annualmente banditi dalle Università. Altra soluzione, in caso di impossibilità nel garantire i servizi ai cittadini, è quella della “stipula di incarichi libero-professionali per i periodi strettamente necessari“. Dunque si potrebbe ricorrere anche ai “medici in quiescenza o abilitati alla professione anche se non ancora specializzati“. Insomma, le pensioni quota 100 rischiano di svuotare gli ospedali e potrebbe essere necessario mettere in atto soluzioni di emergenza.

Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close