Pensioni quota 100 ultime notizie, la misura non piace: diminuiscono le domande


pensioni quota 100 crollo domande

Pensioni quota 100 ultime notizie, la misura è un flop e crollano le domande. Questo è quanto emerge rispetto alle richieste arrivate all’Inps negli ultimi mesi. Secondo quanto emerge, con l’entrata in scena della misura la media di domande era decisamente più alta (77mila al mese contro poco più di 10mila nei mesi estivi). Dunque i dati parlano chiaro: le pensioni quota 100 possono essere considerate un flop? Vediamo cosa sta succedendo e quanto si risparmia con il minor numero di domande relative a quota 100 pervenuto alle sedi dell’Inps.

PENSIONI QUOTA 100 ULTIME NOTIZIE, LE DOMANDE CROLLANO IN MANIERA EVIDENTE: COSA STA SUCCEDENDO?

Le pensioni quota 100 erano state presentate in grande stile soprattutto dalla Lega e da Salvini, che in questa misura ha creduto davvero molto. Lo scopo era quello di superare la Legge Fornero dando dignità ai lavoratori e consentendo loro di lasciare il lavoro diversi anni prima dell’età pensionabile. A quanto pare però le aspettative sono state disattese.


L’Inps ha reso noti i dati relativi alle pensioni quota 100. Le domande arrivate alla data del 6 settembre sono 176mila. In estate, nei mesi di giugno, luglio e agosto, le domande totali sono state 34mila. Un evidente rallentamento rispetto al periodo iniziale della misura. A febbraio infatti, primo mese in cui potevano essere presentate le domande per la quota 100, sono state presentate ben 77mila domande. Da lì in poi le domande hanno subito un calo sempre più evidente: 33mila a marzo, 18mila ad aprile, 15mila a maggio. Qual è il profilo dei lavoratori che hanno scelto le pensioni quota 100 per uscire dal lavoro? Ecco di seguito le domande arrivate settore per settore.

  • dipendenti privati: 65.120 domande
  • dipendenti pubblici: 55.167 domande
  • artigiani: 15.135 domande
  • commercianti: 14.782 domande
  • iscritti ai fondi speciali: 8.997 domande
  • coltivatori diretti: 3.466 domande

Le altre domande sono arrivate in misura inferiore da parte dei lavoratori dello spettacolo e dello sport e degli iscritti alla gestione separata. Importante è anche capire l’età di chi ha presentato le domande. Con la quota 100 si può lasciare il lavoro già a 63 anni con 38 anni di contributi versati. Ecco di seguito chi ha presentato la richiesta:

  • età compresa tra i 63 e i 65 anni: 75.807 domande
  • età inferiore a 63 anni: 57.249 domande
  • over 65: 32.939

Per il 74% del totale le domande sono arrivate da persone di sesso maschile. Intanto, considerando che le domande previste per il 2019 erano 290mila e sono al momento solo poco più di 170mila, è evidente il risparmio che ne deriva, essendo quasi la metà.


Leggi altri articoli di Economia

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

    © Ultime Notizie Flash

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close