Pensioni dicembre 2020 e tredicesima, pagamento anticipato: quando e come

pensione dicembre e tredicesima

Pensioni dicembre 2020 e tredicesima saranno pagate in anticipo, per facilitare lo smaltimento delle tante pratiche. E così, stando alle ultime disposizioni, i titolari di pensione e gli aventi diritto alla maggiorazione per il mese di dicembre potranno riscuotere con anticipo quanto spettante. Scopriamo insieme quali sono le date utili per il pagamento anticipato della pensione e della tredicesima e come fare.

Pensioni dicembre 2020 e tredicesima, pagamento anticipato: quando

L’ordinanza è chiara e dice che “allo scopo di consentire a Poste Italiane la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle predette prestazioni […] il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili di competenza del mese di dicembre 2020 è anticipato a partire dal 25 novembre 2020“.

La data iniziale dunque è quella del 25 novembre, giornata in cui sarà possibile riscuotere con successo la pensione relativa al mese di dicembre e la tredicesima (ovviamente solo per coloro a cui spetta).

Pensioni dicembre 2020 e tredicesima, pagamento anticipato: si va in ordine alfabetico

A fine di evitare pericolosi assembramenti in Posta, come sempre la pensione sarà riscossa seguendo un calendario ben preciso. Si va in ordine alfabetico, dunque, e di seguito ecco elencate nel dettaglio le date in cui potrete presentarvi allo sportello per vedervi erogata la pensione:

Cognome con iniziale A-B: mercoledì 25 novembre
Cognome con iniziale C-D: giovedì 26 novembre
Cognome con iniziale E-K: venerdì 27 novembre
Cognome con iniziale L-O: sabato 28 novembre
Cognome con iniziale P-R: lunedì 30 novembre
Cognome con iniziale S-Z: martedì 1° dicembre

Pensioni dicembre 2020 e tredicesima, pagamento anticipato: come si riscuote

Le modalità di riscossione della pensione anticipata di dicembre e relativa tredicesima saranno le stesse utilizzate per gli scorsi mesi. Ritiro in posta o accredito sul conto corrente, per chi così ha deciso (per chi è titolare di conto corrente la data di accredito sarà quella solita, fissata generalmente per il primo del mese).

Ricordiamo anche che la tredicesima non sarà valida per tutti i titolari di pensione ma solo per chi possiede particolari requisiti e ne ha dunque diritto. La tredicesima, ovvero la maggiorazione accreditata per il mese “natalizio”, non sarà valida per esempio per coloro che già hanno utilizzato l’Ape Sociale, per i titolari di pensione sociale, di assegni di esodo, di trattamenti di invalidità civile, di rendita facoltativa di inabilità, isopensione o di pensione a favore delle casalinghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.