Rottamazione col bonus tv: si può chiedere anche per la tv che non funziona?

Rottamazione col bonus tv: si può chiedere anche per la tv che non funziona

Il bonus tv sarà attivo fino al 31 dicembre 2022 per aiutare tutti coloro che, con l’arrivo del nuovo digitale terrestre, saranno costretti a rottamare il vecchio televisore per continuare a vedere regolarmente tutti i canali. Ma la domanda che in molti si fanno è la seguente: la televisione da rottamare dovrà essere funzionante oppure non è necessario?

La domanda sembra semplice eppure in molti non sanno se davvero, per usufruire dello sconto relativo al bonus tv, la tv da restituire al negoziante debba essere in grado di funzionare. Sulla questione, che sta a cuore a molti, il Ministero è intervenuto a suo tempo facendo chiarezza. Annunciando il bonus tv, infatti, ha anche specificato se l’apparecchio da rottamare debba o meno essere funzionante.

Rottamazione col bonus tv: si può chiedere anche per la tv che non funziona

Allora partiamo col dire che, secondo la regolamentazione del bonus tv, non occorre che la televisione da cambiare funzioni. E’ indifferente insomma ai fini dell’erogazione del bonus che, lo ricordiamo, vale sia per l’acquisto del nuovo televisore che per l’acquisto di un decoder che possa supportare il nuovo digitale. Prima di rottamare la tv, il consiglio è quello di fare alcune prove per verificare che questa effettivamente non supporti il digitale. C’è un vincolo nel momento in cui si decide di rottamare la tv: il vecchio apparecchio deve essere stato acquistato prima del 22 dicembre 2018 altrimenti non rientra nel bonus erogato dal Governo. 

Come rottamare la vecchia televisione

Esistono due modi per smaltire il vecchio televisore che andrà sostituito da uno più nuovo. Il primo è quello di lasciare l’apparecchio direttamente al rivenditore che ha aderito all’iniziativa del Governo e dal quale comprerete il nuovo apparecchio. In alternativa potrete sennò portare il vecchio televisore direttamebte all’isola ecologica a voi più vicina per assicurarvi un corretto smaltimento. Una volta raggiunta l’isola ecologica dovrete firmare un modulo che l’addetto del centro di raccolta Raee dovrà convalidare per attestare l’avvenuta consegna dell’apparecchio.

Entrambi i metodi sono corretti e assolutamente rispettosi della normativa vigente in materia di rottamazione del televisore attraverso il bonus tv erogato dal Governo. Ricordiamo che questo incentivo non prevede limiti di Isee e può dunque essere sfruttato da tutti coloro che, con l’arrivo del nuovo digitale, dovranno acquistare un nuovo apparecchio per continuare a vedere con regolarità tutti i canali. L’importo massimo di cui si può usufruire è di 100 euro per il bonus tv; 30 euro di sconto invece per chi acquista il decoder.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.