Come verificare che la tv supporti il nuovo digitale: a ottobre 2021 il primo cambio

Come verificare che la tv supporti il nuovo digitale: a ottobre 2021 il primo cambio

Arriva il nuovo digitale terrestre ed è tempo di capire se il televisore che abbiamo in casa debba essere cambiato per continuare a vedere tutti i canali. Da mesi in tv e non solo, vediamo gli spot che ci informano del cambio delle frequenze ed è arrivato il momento di prendere provvedimenti visto che dal 20 ottobre, alcuni canali, se non abbiamo un televisore che supporta l’HD, potrebbero non vedersi. A tal proposito, come sappiamo, infatti, è attualmente in vigore anche un bonus tv che consente di risparmiare dei soldi per l’acquisto di nuovi apparecchi – tv e decoder . Il bonus è erogato dal Governo proprio per supportare questa fase di cambiamento. Può nel caso essere sfruttato da tutti coloro che si trovano costretti a cambiare televisione.

Sapete se il vostro apparecchio è in grado di supportare il nuovo digitale terrestre oppure no? Il Ministero dello Sviluppo Economico ha presentato una sorta di guida attraverso cui è facile capire se il televisore può non essere cambiato. Pochi passaggi ma utilissimi per sapere se si sarà insomma costretti ad affrontare una nuova spesa oppure no. Qualora non fosse il televisore giusto, per le prossime settimane potrete continuare a vedere solo alcuni canali ( ad esempio nel caso della Rai solo Rai 1, Rai 2 Rai 3 e Rai News mentre saranno oscurati tutti gli altri). E’ per questo che occorre capire se il nostro televisore supporta il nuovo sistema digitale. Non è necessario cambiare il televisore, in alcuni casi infatti, basterà comprare anche un nuovo digitale da associare alla vecchia tv.

Come verificare che la tua tv supporti il nuovo segnale digitale

Intanto il Ministero fa sapere che se il televisore è stato acquistato a partire dal 22 dicembre 2018, sarà sicuramente compatibile con il nuovo digitale terrestre. Da quella data infatti i negozianti sono stati obbligati a vendere tv che supportassero il nuovo standard DVB-T2 e la codifica HEVC Main10. In questo caso insomma non ci dovrebbero essere problemi: si potrà continuare a vedere tutti i canali anche quando il passaggio al nuovo digitale terrestre sarà completato. In alternativa, qualora l’acquisto della tv fosse antecedente il dicembre 2018, ci saranno da fare una serie di prove per capire se sarà effettivamente possibile evitare di comprare un altro apparecchio per vedere la tv come un tempo.

Si può, come prima cosa, provare a vedere i canali già disponibili in HD: ad esempio 501 per Rai 1 HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, la televisione sarà allora in grado di supportare la codifica MPEG-4. In caso contrario, per potere continuare a vedere tutta la normale programmazione televisiva, occorrerà sostituire la tv o comprare un nuovo decoder da associare alla vecchia tv.

Si può poi provare a verificare la compatibilità tra tv e digitale terrestre anche visualizzando i canali di test 100 e 200. Se si vede Rai 1 sul canale 1 allora bisogna verificare che sul canale 100 appaia la scritta “Test HEVC Main10”. Qualora invece sia visibile Canale 5 sul canale 5, bisogna verificare che sul canale 200 appaia la medesima scritta. Se compare tale scritta, l’apparato è compatibile con il nuovo standard di trasmissione e non sarà quindi necessario acquistare un nuovo apparecchio. Il Ministero quindi conclude con un prezioso consiglio, al fine di evitare spese inutili (nonostante il bonus tv): “Prima di acquistare un nuovo decoder o una nuova TV, è sempre opportuno e consigliabile effettuare una risintonizzazione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.