Addio Sinisa Mihajlovic: è morto il mister

Sinisa Mihajlovic è morto a 53 anni
sinisa morto

Ci sono notizie che non si vorrebbero mai dare . Ci sono persone che combattono, ci sono situazioni complicate. Ma ci sono persone che resteranno per sempre nei cuori di tutta la gente che hanno incontrato. Nessuno potrà mai dimenticare Sinisa Mihajlovic. Non solo per quello che ha fatto sul campo, come calciatore e allenatore, ma per l’uomo che è stato. Da giorni purtroppo, si attendeva questa notizia perchè che le sue condizioni di salute si fossero aggravate, era trapelato. Indiscrezioni alle quali in tanti non avevano voluto credere, con la speranza che si potesse scrivere un finale diverso, almeno per ora.  53 anni , il mister era stato colpito dalla leucemia mieloide acuta. Malattia diagnosticata il 13 luglio 2019, sconfitta e poi ritornata a marzo 2022. Tre anni di cure, un trapianto al midollo e il ritorno sulla panchina del Bologna prima dell’esonero a settembre dopo un difficile inizio di campionato. Il serbo, che ha giocato nella Roma, nella Sampdoria, nella Lazio e nell’Inter, lascia la moglie Arianna, le figlie Virginia e Viktorija e i figli Marco, Miroslav, Dusan e Nicholas.

Migliaia già i messaggi sui social, per ricordare, per salutare, per dire grazie a Sinisa.

Sinisa Mihajlovic è morto: lutto nel mondo del calcio

Per tre anni Sinisa ha vissuto, ha lottato, allenatore della sua stessa terapia, voleva sapere tutto da medici e infermieri: tre ricoveri e tre cicli di chemio, un trapianto, il ritorno in panchina a tempi record. E’ questa la storia dell’ultima parte di vita di Sinisa. E’ questa una parte della storia di un grande campione, che ha fatto in tempo anche a diventare nonno e a coccolare, per pochissimo, il la sua prima nipotina.

L’annuncio della famiglia

La moglie Arianna, con i figli Viktorija, Virginia, Miroslav, Dusan e Nikolas, la nipotina Violante, la mamma Vikyorija e il fratello Drazen, nel dolore comunicano la morte ingiusta e prematura del marito, padre, figlio e fratello esemplare, Sinisa Mihajlovic.

Dieci giorni fa Sinisa era comparso a sorpresa a Roma alla presentazione del libro di Zdenek Zeman, due irregolari che si sono sempre piaciuti. Ed è per questo che quando un paio di giorni fa, sui social, è iniziata a circolare la voce di un aggravarsi delle sue condizioni di salute, nessuno voleva crederci. Purtroppo però, era tutto vero.

Un grande calciatore

Mihajlovic ha avuto una carriera da calciatore straordinaria, ha iniziato giovanissimo, ha vinto la Coppa dei Campioni con la Stella Rossa nel 1991. Poi è arrivato in Italia, in Serie A ha giocato per 14 anni. Ha vestito le maglie di Roma, Sampdoria, Lazio e Inter. Ha vinto di tutto e di più e lo ha fatto da protagonista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.