Ritrovata una Fiat Palio vicino Rieti: è quella di Silvia Cipriani, si cerca il corpo

Nei boschi in provincia di Rieti è stata ritrovata la macchina di Silvia Cipriani l'ex postina scomparsa a luglio: si cerca ora il suo cadavere, le ultime notizie
silvia cipriani scomparsa rieti

Il Messaggero pochi minuti fa ha battuto un’ultima ora che si può leggere ora anche su tutti i siti che si occupano della cronaca laziale. E’ stata ritrovata poche ore fa una macchina, una Fiat Palio bianca che farebbe pensare alla macchina di una donna scomparsa da luglio. Parliamo dell’auto di Silvia Cipriani, l’ex postina di Contigliano scomparsa da Cerchiara il 23 luglio scorso. Della scomparsa della donna, in queste ultime settimane, si sono occupati diversi programmi televisivi che hanno raccolto anche le testimonianze di parenti e amici di Silvia. La donna sembra esser scomparsa nel nulla e i nipoti di Silvana hanno ipotizzato che la loro zia si sia sentita male mentre era alla guida e per questo non sia può rientrata a casa. L’auto è stata ritrovata tra Montenero e Casaprota, in località Scrocco (Rieti) . Sul posto, negli ultimi minuti, sono giunti gli uomini della Questura che hanno confermato che l’auto è quella dell’ex postina.

Silvia Cipriani scomparsa a Rieti: ritrovata la macchina

Nell’auto non c’era però il cadavere della donna. L’area è stata interamente transennata e sono in corso ricerche.

In un primo momento, sul sito del Messaggero, si era anche parlato del possibile ritrovamento del cadavere della Cipriani, notizia che però non è stata confermata. La scoperta dell’auto è stata fatta da Bruno Cingolani, che ha avuto un guasto alla sua vettura e si è fermato sul ciglio della strada. Da lì ha visto la Fiata Palio della donna nella boscaglia e ha dato l’allarme. Sul posto si trovano anche uomini della Protezione civile e dei carabinieri. Secondo quanto si apprende, l’auto sembrava quasi nascosta. Pare ci fossero anche dei rami sopra e non ci sarebbero sulla vettura, segni di un incidente. Silvia è uscita di strada, si è smarrita nei boschi o qualcuno l’ha uccisa e ha cercato di cancellare ogni traccia? Viene da pensare che se la donna avesse avuto un malore, sarebbe rimasta in macchina o poco lontano dal mezzo. Forse, come la procura di Rieti sospetta ormai da un mese, dietro a questa scomparsa, c’è la mano di un assassino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.