Emma Marrone a Servizio Pubblico: l’intervista

L'intervista di Emma Marrone a Servizio pubblico: ecco il video per voi

Emma Marrone sempre più faro per i giovani e sempre più impegnata nel sociale. Prima scende in piazza con le donne a Roma e poi affida ai giornalisti di Servizio Pubblico le sue parole di speranza per un paese che non può e non deve mollare. I giovani saranno la salvezza dell’Italia? Ce lo auguriamo un pò tutti, ed è lo stesso augurio che fa la cantante salentina ai suoi coetanei: “rimbocchiamoci tutti le mani e qualcosa cambierà”. Ci crede davvero Emma e anche tanti ragazzi come lei credono in una Italia diversa. Peccato che sembra restare sempre tutto uguale, anzi. Tutto peggiora. Il pessimismo però serve a poco, come ribadiva l’ex vincitrice di Amici, e se si vuole sperare in un domani migliore da qualche parte bisognerà pure cominciare.

Emma Marrone a Servizio Pubblico: ecco la sua intervista

“Monti non è di certo Gesù Cristo sceso in terra ma come dice lui bisogna iniziare dal sacrificio. Dobbiamo tutti stringere la cinghia e renderci conto che questo è un momento davvero difficile. Ognuno di noi deve dare il suo contributo.” Queste le parole di Emma che poi in fondo rispecchiano un pò quello che tutti pensano. Continua parlando del fatto che fino a questo momento i sacrifici sono stati fatti ma non da tutti. Questo è uno dei veri problemi. Dovremmo essere tutti uniti in questo percorso ma c’è chi invece di privilegi ne ha e continuerà ad averne, ad esempio i politici.

“Il ministro che piange? C’è gente che lo fa da anni. Mio padre fa l’infermiere e lavorerà fino a 70 anni come minimo. Ma per quelli che andranno a lavorare fino a un’età così avanzata ci sono tutti i giovani che invece resteranno a casa”.

Ecco l’intervista integrale a Emma. Video non disponibile 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.