Il giallo sulla morte di Bruna ritrovata senza vita in comune a Zandobbio: omicidio o tragico incidente?

Un tonfo, poi nulla. I colleghi di Bruna raccontano con queste poche parole quello che hanno sentito nelle ultime ore di vita della loro collega. Erano circa le 13, non ci hanno fatto caso, pensavano che Bruna si fosse trattenuta in ufficio come spesso faceva, per qualche minuto e le fosse caduto magari un faldone dalle mani. E invece probabilmente a quell’ora, Bruna cadeva dalla scaletta del suo ufficio nel comune di Zandobbio. Ma si è trattato di un fatale incidente oppure di un omicidio? Certo è, che se qualcuno si fosse insospettito dal rumore, avrebbe magari potuto vedere qualcuno uscire dalla stanza, se di omicidio si tratta, o soccorrere la donna dopo l’incidente, se è stata una tragica fatalità. Ma nella stanza di Bruna i suoi colleghi sono entrati solo dopo le 14 e in quel momento per la donna non c’era più nulla da fare.

L‘autopsia sul corpo di Bruna Calegari sarà fatta non prima di martedì anche per questo motivo i Carabinieri indagano per omicidio. Non si può aspettare: servono le immagini delle telecamere, servono eventuali tabulati telefonici per capire se qualcuno poteva avere anche solo un motivo per far del male a Bruna, magari nel corso di una litigata.

IL GIALLO DI BRUNA TROVATA MORTA NEL SUO UFFICIO A ZANDOBBIO

59 anni, una grande passione per il trekking ma soprattutto il grande amore per i suoi 4 figli e i suoi nipotini. In paese ricordano tutti Bruna con dolci parole, sottolineando che la donna, sempre attenta nel suo lavoro, non vedeva l’ora di andare in pensione per poter dedicare più tempo ai suoi nipotini.

La mattina del 31 ottobre però è successo qualcosa: Bruna litiga con uno dei ragazzi della protezione civile, lei è anche una volontaria. Questa persona va anche in comune ma le telecamere riprendono sia la sua entrata e la sua uscita e pare che non abbia nulla a che fare con la vicenda.

Che cosa è successo dunque a Bruna? E’ stata pugnalata da qualcuno con le forbici che sono state rinvenute al fianco del suo cadavere oppure è caduta dalla scaletta mentre prendeva un faldone in seguito a un capo giro o magari a un altro genere di malore? Siamo di fronte a una tragica fatalità? Per tutte queste domande di certo l’autopsia sarà utilissima: capiremo infatti se Bruna ha avuto un malore, se si è ferita accidentalmente cadendo dalla scaletta o se in questo caso si deve parlare di un omicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.