Il coronavirus arriva in Puglia, primo caso sospetto: scuole chiuse in provincia di Taranto


Non è ancora chiaro quello che è successo nelle ultime ore in Puglia, precisamente in provincia di Taranto dove si registra il primo caso di Coronavirus. Il motivo? Il paziente che è risultato positivo al tampone, pare sia tornato dalla zona rossa di Codogno. Questo almeno quanto riferiscono le persone entrate in contatto con l’uomo, persino il suo medico che dai social ha raccontato, come questa persona, sarebbe rientrata in Puglia dopo un soggiorno nel lodigiano. Perchè è tornato? Questo non è dato saperlo, come non è dato sapere il motivo per il quale da Lodi, lo avrebbero fatto rientrare, essendo nel perimetro della zona rossa. Tutto questo tra l’altro, sarebbe accaduto qualche giorno fa, quando già erano state diramate tutte le nuove direttive.

Come avevamo previsto abbiamo il primo soggetto influenzato residente nella provincia di Taranto, sembra proveniente da Codogno in Lombardia, ove si era recato in visita, positivo al test coronavirus. Il test verrà domani trasmesso all’Istituto Superiore di Sanità per la conferma di seconda istanza” ha scritto nella serata di ieri il governatore Emiliano sui social.

In attesa di rimettere insieme tutti i pezzi di questo puzzle, il governatore Emiliano e i sindaci di tutta la provincia di Taranto hanno deciso di chiudere le scuole, per ora, fino al primo marzo.

SCUOLE CHIUSE IN PROVINCIA DI TARANTO DOPO IL PRIMO CASO CORONAVIRUS

Emiliano comunica, di concerto con il presidente della Provincia di Taranto, col sindaco di Taranto, col prefetto di Bari, coordinatore dei prefetti pugliesi, con il direttore dell’ufficio scolastico regionale che, a partire dalla giornata di oggi, 27 febbraio, e sino a domenica 1 marzo verranno effettuate in tutte le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Taranto, “operazioni sanitarie di sanificazione, in attesa di concordare con il governo una specifica ordinanza che contenga ulteriori provvedimenti di prevenzione sanitaria”.

A tal fine – annuncia Emiliano -il presidente della Provincia della Provincia e i sindaci emetteranno provvedimenti di chiusura degli istituti scolastici al fine di procedere alle operazioni”. E i  sindaci del Tarantino, informano che “insieme al presidente della Regione  , della Provincia e la Prefettura, abbiamo seguito il caso sospetto del primo contagiato della nostra provincia a Torricella. Si tratta appunto – affermano i sindaci – di un caso sospetto che, per essere accertato, come da protocollo dell’Istituto superiore di sanità, deve risultare positivo anche al secondo tampone“. Il risultato arriverà in giornata.

Ieri sera Emiliano sui social aveva anche spiegato: “Il decorso dell’influenza è regolare e allo stato senza complicazioni. Tutte le persone con le quali il soggetto è stato in contatto dopo il soggiorno a Codogno verranno sottoposte a tampone e poste in quarantena nelle prossime ore secondo i protocolli previsti”.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close