Nubifragio a Palermo, bilancio tragico: 2 morti, persone si salvano a nuoto


Sono bastati poche ore di pioggia intensa, una bomba d’acqua di quelle che non ti aspetti e a Palermo è successo davvero di tutto. Al momento il bilancio è tragico: sono due le persone morte, da quello che si apprende si tratta di due persone che sono rimaste bloccate in auto in un sottopasso. Stando a quanto riferisce l’Ansa, le due persone sono morte annegate in un sottopasso di viale della Regione. Tre ore di pioggia intensa hanno cambiato il volto della città che in poco tempo. Le immagini che arrivano dal capoluogo siciliano sono quasi da film apocalittico: strade allagate, persone che si mettono in salvo nuotando e cercando di uscire dalle macchine. In poche ore è successo davvero di tutto.

NUBIFRAGIO A PALERMO: LE ULTIME NOTIZIE 15 LUGLIO 2020

Sempre secondo quanto riferisce l’Ansa, due bambini, il più piccolo di 9 mesi, sono stati ricoverati in ospedale per ipotermia. Anche in questo caso si tratta di persone che sono rimaste intrappolate in macchina e non sono riuscite a uscire se non con l’intervento delle forze dell’ordine; i piccoli sono rimasti intrappolati in auto, insieme ai loro genitori, nel sottopasso di viale della Regione, all’altezza di via Sardegna, sommerso dall’acqua. Lo stesso posto in cui sarebbero appunto morte altre due persone, sempre rimaste chiuse nella loro macchina. Le forze dell’ordine hanno prelevato coperte e teli termici dagli ospedali per le persone soccorse in strada.

Secondo quanto battuto dall’Ansa, pare che Comune di Palermo si sia lamentato del mancato allarme da parte delle autorità preposte. Sui social sono state diffusi decine di video in cui si vedono queste scene. La Sicilia riferisce che era stata data l’allerta oggi pomeriggio ma non per la provincia di Palermo, era arrivata infatti l‘allerta di colore “giallo” che era stata data dalla protezione Civile nel Messinese e nel Catanese.  Tutte le strade della città sono state completamente allagate e gli interventi dei vigili del fuoco sono stati decine. Numerosi anche gli interventi per le grondaie pericolanti e per allagamenti nelle abitazioni a piano terra e nei magazzini. Impegnate le squadre dei vigili del fuoco e le forze dell’ordine ancora a lavoro per gestire la complicata situazione.

Dalle immagini che arrivano da Palermo, la sensazione è che il bilancio sarebbe potuto essere ben più grave.

Leggi altri articoli di Ultimissime

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close