Il fidanzato di Roberta non ha confessato e intanto spuntano possibili violenze dal passato

Non è vero che il fidanzato di Roberta Siragusa ha confessato. Lo ha detto il legale che difende Pietro Morreale specificando che il giovane viene ascoltato dagli inquirenti, ha indicato il posto in cui si trovava il cadavere della ragazza ma non ha detto di averle fatto del male. Vanno quindi avanti le indagini in attesa di un fermo o di accuse che al momento, non sono state ancora fatte. Roberta sarebbe stata uccisa la notte tra sabato e domenica, dopo che lei e il fidanzato hanno lasciato la villetta in cui stavano passando la serata tra un bicchiere di Vodka e una partita a carte, con gli amici. Lo testimoniano le ultime stories che la ragazza aveva fatto sui social. Poi il vuoto: la preoccupazione dei genitori, non vedendola rientrare a casa e la notizia del cadavere di una ragazza di 17 anni di Caccamo ( siamo in provincia di Palermo), ritrovato in un burrone. Il giovane Pietro, 19 anni, avrebbe detto ai Carabinieri che la sua fidanzata era morta, non che l’aveva uccisa, questo lo precisa nuovamente il legale del ragazzo.

Per la procura diretta da Ambrogio Cartosio, resta lui il principale indiziato dell’omicidio di Roberta Siragusa. Ma lui è rimasto in silenzio. “Si è avvalso della facoltà di non rispondere”, dice il suo legale, l’avvocato Giuseppe Di Cesare. Nel frattempo si raccolgono le testimonianze degli amici della coppia, probabilmente tra i primi a rivelare che la sera in cui Roberta è morta, ci sarebbe stata una scenata di gelosia da parte di Pietro. E pare non fosse la prima volta.

Omicidio Roberta Siragusa ultime notizie: le parole degli amici

A parlare con chi indaga sono gli amici di Roberta e della coppia, le persone che li frequentavano quotidianamente. “La scorsa estate era arrivato anche alle mani – spiega una amica della vittima – avevo visto Roberta con un occhio nero. I litigi erano proseguiti, poi di recente sembrava essere tornato il sereno”. Un po’ come dimostravano i post sui social, dove i due si scambiavano dolcissime dediche d’amore. Una delle ultime un paio di giorni fa quando sotto a una foto della ragazza, Pietro scriveva quanto fosse bella.

Cosa è successo quindi la sera in cui Roberta è morta? Ricordiamo che il suo cadavere sarebbe stato ritrovato carbonizzato. Difficile credere che si sia trattato di un incidente.

Il dolore della famiglia di Roberta

Il legale che assiste la famiglia Siragusa racconta che i genitori di lei l’aspettavano per l’una. Non sentendola hanno cercato di mettersi in contatto con la ragazza e poi alle prime luci dell’alba, si sono recati dalle forze dell’ordine per denunciare la scomparsa e chiedere aiuto.

I genitori ed il fratello sono scioccati e increduli – spiega l’avvocato Canzone – chiedono giustizia e si affidano agli inquirenti, perché sia fatta giustizia, per un gesto così crudele e atroce. Ora è tanta la disperazione, ringraziamo i carabinieri di Palermo, che hanno messo a disposizione dei familiari uno psicologo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.