“Vi porto via con me” il biglietto scritto da Alexandro prima di uccidere Teodora e il piccolo Ludovico

A guardare le immagini sui social, emerge il ritratto di una madre attaccatissima al suo bambino. Tante le foto di Tatiana insieme al piccolo Ludovico e tanti i commenti di chi salutava quella mamma, sempre così sorridente al fianco del suo bambino. Una famiglia come tante, dicono oggi i conoscenti, le persone che fino a qualche giorno fa li hanno visti insieme al bar, a chiacchierare o in giro con il bambino, per quello che si poteva in questi mesi difficili per tutti. Della famiglia di Tatiana Casasanta non resta nulla: lei è stata barbaramente uccisa da suo marito Alexandro Riccio. E il piccolo Ludovico che quando aveva solo 2 anni portava sempre in mano una scarpetta, come se fosse la sua coperta di Linus, è volato in via insieme a lei. Un angelo lassù. Due vite spezzate, un nuovo dramma familiare quello che arriva dalla provincia di Torino.

Su un biglietto Riccio aveva scritto le sue ultime volontà ma quelle righe, dovrà spiegarle lui stesso a chi indaga. Dovrà vivere con la consapevolezza di aver spezzato la vita alla creatura che ha messo al mondo e alla donna che avrebbe dovuto amare per sempre. “Vi porto via con me” avrebbe scritto Alexandro dopo aver ucciso sua moglie e suo figlio. Poi il tentativo di togliersi la vita.

Non ce l’ha fatta. Le forze dell’ordine sono arrivate sul posto, chiamate dai vicini, prima ancora che l’uomo cercasse di gettarsi dal balcone. Lo hanno preso per una gamba, adesso è in ospedale e dovrà dare un perchè. Ma non ci sono spiegazioni per tanta crudeltà, non ci sono parole di fronte a un duplice omicidio, c’è poco da dire quando uccidi tua moglie e un bambino di 5 anni.

Il piccolo Ludovico e Teodora barbaramente uccisi

La scena di fronte alla quale le forze dell’ordine si sono trovati davanti, era raccapricciante. La donna sarebbe stata massacrata con un oggetto, forse anche due. Il piccolo Ludovico sarebbe stato ucciso con una coltellata alla gola. Nessun ripensamento da parte di Alexandro.

Non ci sono moventi validi per uccidere una moglie e tuo figlio ma pare che il fattore scatenante, sia stata la volontà di Teodora, di lasciare suo marito. L’uomo non avrebbe accettato tutto questo decidendo di uccidere sua moglie e Ludovico, due vittime innocenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.