Benno Neumair pronto a parlare: le ultime notizie da Bolzano

Sono quasi passati due mesi da quando Laura e Peter Neumair sono scomparsi nel nulla. Il cadavere di Laura Perselli è stato ritrovato ormai oltre 20 giorni fa mentre si cerca nelle acque dell’Adige, quello di Peter. Benno Neumair in carcere, accusato di aver ucciso sua madre e suo padre, fino a questo momento non ha voluto mai parlare. Dicono di lui che ha pianto quando ha saputo che il cadavere di sua madre è stato trovato. Ma oggi arriva una novità da Bolzano. Benno pare abbia deciso di parlare, di dire la sua su quanto accaduto. Si tratta di una indiscrezione. Secondo Roberta Bruzzone, ascoltata a La vita in diretta da Alberto Matano, Benno potrebbe arrivare a confessare cercando però anche una perizia psichiatrica. Cosa che a detta della Bruzzone, non influirebbe sulla condanna che sarebbe comunque molto pesante, trattandosi di un duplice omicidio premeditato ma potrebbe dimostrare la sua semi infermità mentale.

Tutte supposizioni, al momento infatti, non si sa neppure con certezza se Benno sia davvero pronto a parlare con gli inquirenti.

Benno Neumair pronto a confessare l’omicidio dei suoi genitori?

Benno ha sempre raccontato di essere innocente, di non avere nulla a che fare con la morte dei suoi genitori. Dal 4 gennaio 2021 non ha mai cambiato versione dei fatti. Purtroppo però il ritrovamento del cadavere di Laura ha fatto capire che la donna è stata uccisa e che probabilmente si fidava così tanto della persona che l’ha uccisa, da non provare neppure a difendersi, come se fosse caduta in una sorta di agguato.

Sommozzatori e vigili del fuoco continuano a cercare, continuano a lavorare mentre cercano il cadavere di Peter Neumair. Dell’uomo per il momento, non ci sono tracce. Se Benno dovesse confessare, potrebbe anche dire dove ha gettato il cadavere di Peter, in modo da poter dare un aiuto a chi sta lavorando nel tentativo di recuperarlo.  Gli uomini specializzati dell’Arma provenienti da Genova sono moderatamente ottimisti. «Se effettivamente è stato gettato nell’Adige prima o poi lo troviamo» commentano.

Se Benno decidesse di parlare, renderebbe di certo più facile il lavoro delle forze dell’ordine. Sembra chiaro che il giovane abbia studiato nel dettaglio anche le mosse da fare, in modo da complicare le ricerche e far si che il cadavere venga ritrovato il più tardi possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.