Milo Infante dai social: la ragazza segnalata non è Denise Pipitone

Arriva dai social il commento di Milo Infante a quanto accaduto nelle ultime ore. E se ieri aveva solo detto che la pista segnalata nelle ultime ore non portava davvero a Denise Pipitone ma a una persona diversa dalla figlia di Piera Maggio, oggi chiarisce meglio i dettagli. In particolare, dalla sua pagina spiega che è stato molto semplice appurare una verità che potrebbe deludere qualcuno. La verità è che la ragazza in foto con una bambina e un uomo che dovrebbe essere suo marito non è Denise Pipitone. C’è da dire che questa storia è sempre ricca di colpi di scena visto che in ogni caso, la ragazza della foto ha qualcosa a che fare con Mazara del Vallo. Si tratta infatti di una parente di Anna Corona.

Ma vediamo nel dettaglio quello che ha scritto il giornalista sui social.

Milo Infante sulle ultime segnalazioni: non è Denise Pipitone

Il giornalista in realtà nel suo post sui social non fa il nome dell’ex Pm Angioni ma parla di una persona che “vorrebbe che quella ragazza fosse Denise”. E aggiunge:

Lo so che la verità a volte è meno bella della fantasia. Ma quella che oggi qualcuno vorrebbe fosse Denise, in realtà è una ragazza tunisina di 26 anni, nata a Mazara, cugina dell’ex compagno di Jessica Pulizzi e padre della sua bambina. Oggi vive a Nizza col marito e la figlia. Peraltro anche lei nata a Mazara. Ore 14 ha intervistato una sua amica, che la conosce da 11 anni. Per avere questo riscontro a noi sono bastati 20 minuti.

Sempre dai social poi Infante ha segnalato che il giornalista di Ore 14 che sta seguendo il caso, è stato aggredito.

Cercare la verità su Denise a Mazara può essere pericoloso. Aggredito l’inviato di Ore 14. Solidarietà e affetto al nostro Fadi. Ore 14 Rai2 è anche questo. Cercare in strada le notizie e ottenere botte e minacce. Questo signore sarà denunciato anche se dice che non ha nulla da perdere. Sempre grazie invece a Mazara del Vallo e ai suoi fantastici abitanti che ci hanno accolto con affetto e disponibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.