Si cerca ancora il piccolo Nicola scomparso da Palazzuolo: allarme dato 9 ore dopo

FLASH ore 9:45| E’ stato ritrovato vivo Nicola, il bimbo di due anni scomparso dalla sua casa a Palazzuolo sul Senio. Lo rende noto prefettura di Firenze. Una bellissima notizia oggi.

Si sta cercando ci capire che cosa è successo la notte in cui il piccolo Nicola è scomparso ma una cosa sembra essere certa: l’allarme da parte dei genitori potrebbe esser stato dato troppo tardi. In un primo momento si era capito che i genitori del piccolo, dopo essersi addormentati, si erano accorti che il bambino non era nel suo letto la mattina, per dare quindi l’allarme e chiamare le forze dell’ordine. Ma pare che le cose non siano andate esattamente in questo modo. Secondo quanto si apprende infatti, i genitori del bambino avrebbero scoperto già dopo mezzanotte, in seguito a un controllo che fanno sempre per assicurarsi che fosse tutto apposto, che il piccolo non era a letto. Purtroppo però non hanno subito chiesto aiuto, e le ricerche sono iniziate molte ore dopo rispetto al momento in cui si poteva già farlo.

Ci sono anche difficoltà di comunicazione perché la copertura della rete mobile in questa parte dell’Appennino è incompleta e ha molti vuoti lontano dagli abitati. I droni sorvoleranno ancora le aree scoperte, fuori dai boschi, per rilevare eventuali segni del passaggio del bambino.

Si continua a cercare il piccolo Nicola scomparso nel nulla

Nicola Tanturli, ha 21 mesi ed scomparso dalla sua casa nell’Alto Mugello, dopo una notte di perlustrazioni nel territorio di Palazzuolo sul Senio, in provincia di Firenze non ci sono purtroppo buone notizie. Le ricerche sono proseguite tutta la notte e andranno avanti per l’intera giornata. Già da stamani sono in previsione nuove operazioni, coi cani molecolari, coi cani da soccorso e coi volontari. Il territorio è impervio e la vegetazione è molto fitta. Le squadre dei soccorritori si sono già date più cambi.

Sul Corriere della sera si fa una prima ricostruzione dei fatti. Come dicevamo in precedenza , sembra che i genitori del piccolo non abbiano chiesto subito aiuto e questo potrebbe aver permesso al bambino, di allontanarsi ancora di più da casa.

La loro prima telefonata di allarme è delle nove di ieri mattina, al 115 dei Vigili del fuoco. Più tardi hanno formalizzato la denuncia alla stazione dei carabinieri di Palazzuolo. Lei ha raccontato che nel pomeriggio il piccolo era caduto e si era fatto male. Niente di grave, soltanto un po’ di pianto, piccoli capricci, poi coccole finché — alle sette del pomeriggio — se l’è preso il sonno.

Non si esclude che il piccolo si possa essere allontanato perchè sonnambulo, tutte le piste in questo momento sono aperte. Il padre e la madre di Nicola non avrebbero sentito rumori e non avrebbero visto nulla in quanto non erano in casa, stavano infatti rimettendo a posto le stalle ed erano fuori dal casolare mentre il piccolo era stato portato nel lettone.

Certo è che se anche Nicola fosse stato sonnambulo, avrebbe avuto la forza per allontanarsi così tanto da casa e al buio di notte? La speranza è che il piccolo si sia addormentato in un rifugio e che presto chi lo sta cercando possa trovarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.