Il filetto è il taglio di carne ideale per chi fa sport

Le palestre stanno riaprendo, le attività sportive sono di nuovo concesse, si torna pian piano alla normalità. Ma resta qualcosa che non possiamo cancellare: la bilancia parla e i chili di troppo sono lì! Ci saranno i più fortunati, quelli che hanno saputo allenarsi anche in casa e che non si sono fatti sconfiggere dalla pigrizia. E ci saranno state anche tante persone sempre attente all’alimentazione.

Ci sarà stato chi ha scelto di mangiare in casa dei tagli pregiati di carne, per una sana e corretta alimentazione. A chi invece non lo ha fatto ma ha capito che è il momento giusto per rimettersi in forma, consigliamo di iniziare a fare scorta di filetto. Il filetto è il taglio di carne ideale per chi fa sport a tutti i livelli e quindi anche per chi inizia a farlo dopo il lungo periodo di quarantena che ci ha tenuti chiusi in casa. Addio cibi spazzatura è arrivato il tempo di rimetterci in forma.

Il filetto può essere la soluzione migliore soprattutto per gli sportivi che devono seguire una alimentazione precisa. Come tutti i tagli di carne, contiene dei grassi, questo è ovvio, ma se dovete fare attività fisica, sicuramente sarà il taglio di carne consigliato.

COME SCEGLIERE IL FILETTO: TRE PARTI LO CARATTERIZZANO

Sul sito della Macelleria D’Andrea, oltre a poter acquistare online tutti i migliori prodotti da macelleria, leggiamo anche quella che è una interessante spiegazione per provare a conoscere meglio ciò che mangiamo. Gli esperti macellai infatti ci spiegano che esistono tre parti che caratterizzano il filetto.  La prima parte (o testa del filetto) è la parte che più si avvicina agli altri tagli di carne è quella che viene venduta di più e che spesso viene definita “la bistecca”.

La seconda parte, cioè il corpo (o cuore del filetto) è la zona perfetta  per chi vuole gustare una fetta di carne che sarà completamente senza  lipidi, rappresenta quindi la parte più equilibrata tra sapore e grassi. Dalla Macelleria d’Andrea ci suggeriscono di preparare questo taglio di carne con un ottimo contorno.

Infine vi è la terza parte, la coda, questa è la parte più ristretta del filetto (o punta del cono). Sicuramente questa terza parte, è la parte più magra. Otterremo da questo taglio di filetto, delle fettine sottili che possono essere preparate come secondo, per completare un pranzo con altre pietanze. In base quindi al tipo di alimentazione che vogliamo fare, dobbiamo quindi scegliere il taglio di filetto migliore.

Ricordiamo che dal punto di vista strettamente nutrizionale, il filetto appartiene al  primo  gruppo fondamentale degli alimenti – cibi ricchi di proteine ad alto valore biologico, vitamine (soprattutto idrosolubili del gruppo B) e minerali specifici (in particolare ferro). 

COME CUCINARE IL FILETTO

Tantissime le ricette che si possono preparare con il filetto: dalle più complesse, filetto in crosta, alle più semplici, filetto con salsa di aceto balsamico. Ma è chiaro che per una buona alimentazione da sportivo, la bistecca al sangue o a cottura media, con dell’insalata, sia forse la soluzione migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.