Ricette La prova del cuoco, calamarata alla carbonara

Se amate la pasta alla carbonara provate la ricetta La prova del cuoco di oggi 28 maggio 2020, la ricetta del derby della Capitale. In cucina Emanuele Diana e Andy Luotto con due preparazioni diverse. Emanuele ha scelto la calamarata seguendo poi passaggi semplici per un primo piatto che piace a tutti, grandi e bambini. Un bel po’ di pepe appena macinato, i tuorli, il pecorino grattugiato e un po’ di acqua di cottura da tenere da parte. Seguiamo nel dettaglio tutti i passaggi visti oggi a La prova del cuoco per ottenere una pasta alla carbonara perfetta. Ecco ingredienti e preparazione per la calamarata alla carbonara La prova del cuoco. Non perdete le altre ricette in tv.

RICETTE LA PROVA DEL CUOCO OGGI – LA RICETTA DELLA CALAMARATA ALLA CARBONARA

Ingredienti per la pasta alla carbonara: 500 g di calamarata di pasta, 5 tuorli, 200 g di guanciale, 150 g di pecorino romano, sale e pepe

Preparazione calamarata alla carbonara: tagliamo il guanciale a listarelle e lo mettiamo in una padella antiaderente, facciamo diventare croccante. Mettiamo il guanciale nel piatto e lo tamponiamo con la carta da cucina per fare assorbire l’unto in eccesso.

Cuociamo la pasta in acqua bollente e salata, ma solo leggermente salata, altrimenti alla fine il piatto risulta troppo salato. Nella padella in cui abbiamo rosolato il guanciale, quindi ancora con il grasso del guanciale, aggiungiamo il pepe appena macinato e versiamo la pasta al dente, facciamo saltare e aggiungiamo i tuorli già sbattuti, muoviamo di continuo la padella e versiamo i tuorli tutti in una volta. Aggiungiamo il formaggio grattugiato, mantechiamo a fiamma media e aggiungiamo se necessario un po’ di acqua di cottura. 
Serviamo la carbonara completando con il guanciale croccante e con una spolverata di pecorino e magari anche di pepe fresco. Buon appetito a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.