La prova del cuoco oggi: la ricetta dei supplì cacio e pepe di Marco Rufini

Da buon romano Marco Rufini non poteva non preparare una ricetta per dei supplì da leccarsi i baffi. Lo abbiamo visto nella puntata de La prova del cuoco in onda oggi 25 ottobre 2019 cimentarsi con una ricetta da leccarsi i baffi. Noi non abbiamo potuto assaggiare quei deliziosi supplì cacio e pepe ma lo avremmo fatto davvero con grande appetito. Il piatto sembra essere delizioso per cui non possiamo che fare una cosa: preparare questi supplì nella versione cacio e pepe a casa. Certo il risultato potrebbe non essere proprio lo stesso ma tentar non nuoce!

RICETTE LA PROVA DEL CUOCO OGGI: PREPARIAMO SUPPLI’ CACIO E PEPE

Iniziamo quindi con gli ingredienti per la ricetta di oggi di Marco Rufini:

500 g tonnarelli, 380 g pecorino stagionato 18 mesi, 350 g fiordilatte duro, 4 l olio per friggere, 2 uova, pane grattugiato, pepe in grani, farina 0, acqua

Far cuocere i tonnarelli in abbondante acqua salata.

Nel frattempo mettere in una ciotola il pecorino e impastare con acqua della pasta aggiungendola poco per volta con un mestolo fino ad ottenere un impasto cremoso. 

Aggiungere il pepe precedentemente tostato e frullato in modo da mantenere bene gli aromi.
Scolare i tonnarelli e mantecarli con il condimento cacio e pepe.
Mettere la pasta condita in una teglia e lasciarla compattare in frigo.
Quando la pasta sarà compattata formare con le mani i supplì, mettere un cubetto di mozzarella al centro di ognuno, passarli in un intingolo di uova, farina ed acqua e passarli nel pane grattugiato per ottenere una panatura omogenea.Far riposare i supplì circa 2 ore in frigorifero.
E friggerli in abbondante olio caldo fino a che saranno dorati.
Scolare i supplì su carta assorbente e servire subito.

I nostri supplì cacio e pepe, una ricetta tipicamente romana, sono pronti. Che ne dite? Per noi Marco Rufini è assolutamente promosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.