La prova del cuoco ricette: tris di fiori di zucca fritti di Marco Rufini

La ricetta con i fiori di zucca di Marco Rufini per le nuove ricette La prova del cuoco è da non perdere, è la ricetta dei fiori di zucca ripieni e fritti. Ancora una ricetta La prova del cuoco con i fiori di zucca e oggi 16 giugno 2020 non ha preparato pizza o focaccia ma fiori di zucca ripieni passati in pastella e poi fritti. Un tris di fiori di zucca ripieni, ovvero tre ripieni diversi e tutti golosi. Marco Rufini inizia dalla preparazione della pastella che poi deve lievitare. Non perdete questa e le altre ricette La prova del cuoco, le ultime. 

LA PROVA DEL CUOCO OGGI – LA RICETTA DI RUFINI DEL TRIS DI FIORI DI ZUCCA FRITTI 

Ingredienti: 20 fiori di zucca – 2 litri di olio di girasole altoleico

Per la pastella: 500 g di farina 00, 600 g di acqua, 10 g di lievito di birra fresco, 13 g di sale

Per il ripieno: 500 g di fiordilatte e 4 alici dissalate – 500 g di mortadella e 500 g di formaggio primosale – 500 g di provola affumicata e 500 g di pancetta tesa 

Preparazione: nella ciotola versiamo il lievito sbriciolato e la farina, mescoliamo e uniamo l’acqua e il sale, mescoliamo per circa 12 minuti con la frusta poi copriamo con la pellicola e facciamo riposare, deve raddoppiare il suo volume.

Passiamo al ripieno. Iniziamo dal primo e frulliamo il fiordilatte con le alici. Prepariamo il secondo ripieno e frulliamo la mortadella con il formaggio primosale. Frulliamo poi a parte la pancetta a pezzetti con la provola affumicata a pezzetti. Abbiamo i tre ripieni.

Puliamo i fiori di zucca e laviamo con delicatezza, asciughiamo ma facciamo attenzione a non romperli. Farciamo i fiori di zucca con i tre ripieni. Solo per il ripieno con la pancetta, avvolgiamo i fiori di zucca in una fettina pancetta.

Passiamo adesso tutti i fiori di zucca ripieni uno alla volta nella pastella e friggiamo subito in olio ben caldo, a 170 gradi, ovviamente abbondante olio per favorire la cottura perfetta. Scoliamo su carta da cucina per eliminare l’unto in eccesso e serviamo caldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.