Van Gogh, girasoli in pericolo?


Dopo il successo della mostra di Vincent van Gogh ( 1853-1890), terminata nella capitale  il 20 Febbraio, arriva una notizia preoccupante da parte di un gruppo di ricercatori europei appartenenti all’Istituto di scienze e tecnologie molecolari del Consiglio nazionale delle ricerche (Istm-Cnr), al Dipartimento di Chimica dell’Università di Perugia, ai Dipartimenti di Chimica e Fisica dell’Università di Anversa, all’Università di Tecnologia di Delf (TUDelft) e all’Esrf (European Synchrotron Radiation Facility) di Grenoble.

Sembra infatti che sia in atto una trasformazione chimica che potrebbe con il tempo provocare un’alterazione nel giallo dei celebri “ Girasoli” del pittore Olandese. I risultati della ricerca sono stati pubblicati  dalla rivista ‘Analytical Chemistry’.

Le varie sfumature del giallo, tipiche della vibrante pittura di Vincent van Gogh e di molti altri impressionisti come Seraut, Pissarro, Manet e Renoir, sono a rischio”, ha spiegato Costanza Miliani, ricercatrice dell’Istm-Cnr e coautrice dello studio. ”I gialli a base di cromato di piombo (giallo cromo), a dispetto della bellezza e intensità delle tinte, sono caratterizzati da una scarsa stabilità chimica e fotochimica che si manifesta nel tempo con un marcato imbrunimento”.

Al momento i ricercatori  riferiscono  che i primi responsabili della trasformazione possano essere  i Raggi UV.

Un’ iniziale cura per la “malattia” che minaccia i dipinti dell’Olandese potrebbe essere quindi, quella di proteggerli dal sole, quel sole che in realtà il  pittore aveva, al tempo, voluto celebrare attraverso i suoi Girasoli.

Eren Gunes


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close