Festa Unità 150 anni: buon compleanno Italia


Buon Compleanno Italia

Domani 17 marzo ricorrerà , come tutti sanno, il 150 ° anniversario dell’Unità d’Italia. Ancora una volta i nostri politici ci stanno rappresentando… al peggio. Tutte queste polemiche su celebrare oppure no… ma alla gente direi che queste dispute non interessano nulla… Io sono convinto che la maggior parte della gente sia favorevole ai festeggiamenti, certo, senza spendere troppi soldi, o perderci la testa dimenticando i problemi veri della nostra nazione.

Io credo che mettere in discussione l’Unità, come hanno fatto palesemente molti politici, locali e anche nazionali,  sia controproducente a tutti i livelli. Se è vero, come è vero, che l’Unità d’Italia effettivamente un po’ forzata lo è, non è certo questo il momento , né il modo, di imbastire una discussione. Uniti abbiamo dei problemi, ma divisi, con questo mondo globalizzato che ci sta proponendo sfide immani, ne avremmo ancora di più. E’ stato dimostrato, con alcuni studi, che l’ Italia funziona , seppure male, se unita. Il Sud senza il nord non potrebbe stare in piedi, e viceversa. Non reggeremmo la concorrenza delle nazioni più importanti, che , oltre ad essere più grandi, sarebbero, e già lo sono anche adesso, più forti di noi.


Forse sarebbe ora di rimboccarci le maniche per promuovere e costruire un destino comune. Attuiamolo pure questo Federalismo, ma che sia un Federalismo vero. Prima di autorizzare gli enti locali ad imporre nuove tasse, che dicano alla gente di quanto diminuirebbero le tasse nazionali. Così incoraggeremmo le persone a vedere con occhio maggiormente favorevole, e con fiducia, questo grosso cambiamento che si sta proponendo.

Io sono veneto. C’è già qualcuno che, in previsione della Festa del 17 marzo, ha già  messo fuori dal balcone la bandiera. Quella tricolore.  Mi sembra un buon segnale. Non solo per ricordare, ma forse ancor di più per ricominciare.

Francesco Ongaro


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close