Profezia terremoto Roma 11 Maggio: il video Mediaset di “Mistero web”

Non c’è niente da fare, nonostante si siano presi in esame anche gli scritti lasciati dall'”Uomo che prevedeva i terremoti”, e nonostante sia intervenuta anche Paola Lagorio, la studiosa degli scritti di Raffaele Bendandi, per tranquillizzare gli animi dei romani e non, la notizia della profezia del terremoto dell’11 maggio continua  a fare il giro della rete. I più catastrofici spiegano che Paola Lagorio non ha trovato la data dell’11 maggio nei manoscritti semplicemente perchè gran parte del materiale dell’uomo dei terremoti è andato bruciato. Ma viene da chiedersi: se il materiale è andato perduto, da dove viene fuori questo terremoto dell’ 11 Maggio? Proprio non si riesce a capire.

Naturalmente, per chi non lo sapesse (anche se ormai crediamo che lo sappiano propri tutti) la profezia di cui si sta parlando è quella del terremoto devastante che raderà al suolo l’intera città di Roma, proprio nel giorno 11 Maggio. Da quanto circola nell’immensa rete che è il web, pare che la notizia è stata data da Raffaele Bendandi, l’uomo che nel corso della sua vita è stato in grado di prevedere anche altri terremoti.

Ma dopo tutto il tam-tam mediatico generato dalla notizia, non poteva passare inosservata a programmi come “Mistero“, in onda su Italia Uno. Così Mediaset ha deciso di fare chiarezza sull’intera vicenda attraverso un video in cui “Mistero web” si interroga sulla profezia.

Per chi ci crede, per chi non ci crede e per chi “Non si sa mai”, ecco a voi il video pubblicato da Mistero Web sul terremoto apocalittico che, secondo il web, devasterà Roma l’11 Maggio: http://www.video.mediaset.it/video/mistero/esclusive/220470/il-terremoto-che-devastera-roma.html

Sara Moretti

2 responses to “Profezia terremoto Roma 11 Maggio: il video Mediaset di “Mistero web”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.