Vuole smettere di fumare: inventa la gabbia facciale

Un signore turco ha inventato questa maschera che gli copre integralmente il viso per perdere il vizio del fumo che ha da ben 26 anni

La gente per smettere di fumare ne ha provate veramente una più del diavolo, ma mai nessuno aveva pensato di costruire una gabbia facciale. Proprio così. L’invenzione di questa gabbia è stata tra l’altro proprio di un turco, d’altronde se si dice “fumare come un turco”, ci sarà un perché! Il signor Ibrahim Yucel, un 42enne che abita a Kutahya, una città appunto della Turchia occidentale, ha ben pensato di costruirsi questa gabbia di metallo con cui intrappolarsi il viso in pieno stile La maschera di ferro (ricordate Di Caprio, si?).  Insomma, un metodo semplice ed economico, nonché artigianale, per poter smettere di fumare. Alla faccia della sigaretta elettronica e dei negozi per venderla che stanno spuntando come funghi in ogni angolo di ogni città. La notizia è stata riportata dall’Huffington Post, sul quale viene raccontata la giornata tipo di questo signore che ha iniziato la sua battaglia contro il vizio del fumo proprio con tale metodo da lui ideato. Tutte le mattine Ibrahim, prima di uscire di casa, indossa la maschera, chiude il lucchetto e lascia le chiavi alla moglie e alla figlia. In questo modo, mentre starà fuori tutto il giorno, non potrà in alcun modo assecondare l’istinto di fumare, non potendo aprire la maschera decisamente ben sigillata. Certo, si sorbirà sicuramente il fumo passivo, ma in questo modo ci guadagnerà almeno il suo portafogli, dal momento che il signor Yucel fumava due pacchetti di sigarette al giorno. E lo faceva da ben 26 anni. Sorge però un dubbio: forse questo metodo non sarà da brevettare anche per la dieta? Sicuramente, se è impossibile fumare con questa gabbia facciale a chiusura ermetica, lo sarà ancora di meno mangiare. Senza nessun rischio passivo, così come accade con il fumo. Chi vuole provare per primo, alzi la mano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.