Google oggi: un doodle per ricordare l’Ufo precipitato a Roswell

Oggi sulla homepage di Google è apparso un doodle interattivo che ricorda il famoso incidente di Roswell, avvenuto nel luglio 1947, quando i resti di un Ufo precipitarono in un ranch nella cittadina del New Mexico. Il doodle consiste in un giochino interattivo in bianco e nero nel quale bisogna aiutare un buffo alieno ad atterrare sulla terra.

Un divertente doodle è apparso oggi sulla homepage di Google: il gioco interattivo celebra la ricorrenza dell’incidente di Roswell, avvenuto l’8 luglio del 1947, quando alcuni resti di un Ufo esploso in aria precipitarono in un ranch. L’episodio generò moltissime controversie tra le autorità che stabilirono che i resti provenivano da un pallone sonda, e i testimoni che per anni affermarono che quelli erano i resti di una nave spaziale aliena. La leggenda che è cresciuta intorno all’episodio dice che ci furono addirittura due corpi di alieni che furono recuperati dai militari, trasportati nella famosa Area 51. Apparve anche un filmato, rivelatosi poi una bufala, che mostrava gli esami che dei medici stavano facendo sul corpo senza vita di un alieno. I militari tentarono in tutti i modi di far dimenticare la vicenda, ma ci riuscirono solo fino al 1978, quando i due ufologi americani Stanton Friedman e William Moore pubblicarono un libro chiamato “The Roswell incident”, nel quale affermarono con fermezza la versione secondo la quale i resti trovati in quel ranch erano proprio quelli di un oggetto volante non identificato. Dopo altri anni di controversie il parlamento americano avviò un’indagine interna all’ areonautica militare nella quale si stabilì di nuovo che quei pezzi precipitati nel ranch di Roswell altro non erano che detriti di un pallone sonda in preda ad un guasto. La leggenda degli Ufo di Roswell non è mai tramontata, basti pensare che ha ispirato diversi film e una fortunata serie televisiva. In attesa di nuovi sviluppi non resta che divertirsi con il giochino che Google ha messo a disposizione nella sua homepage, aiutando il piccolo alieno a sbarcare di nuovo sulla terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.