I luoghi turistici più strani del mondo

Viaggiare da qualche decennio a questa parte è diventata un’attività appannaggio praticamente di tutti. Quando pensiamo agli spostamenti pensiamo all’aereo e non più a quelle traversate che richiedevano mesi di viaggio per raggiungere luoghi relativamente vicini. Come i viaggi, anche le mete e le attrazioni hanno subito delle modifiche. Di seguito abbiamo deciso di presentarvi alcuni dei luoghi turistici più strani e bizzarri del mondo, posti che rasentano l’orrido e il macabro ma che per la loro particolarità attirano turisti con la fame di conoscenza da tutto il mondo.

Partiamo con l’India. Nel luogo e per la religione indù, i topi sono considerati sacri. Esiste infatti un tempo dedicato agli animaletti che solitamente qui in occidente più che ammirazione provocano reazioni incontrollabili di schifo in chi si trova ad imbattersi in uno di loro! Beh in India, precisamente nel Tempio di Karni Mata, il culto dei topi è così sentito che la struttura è piena di animaletti e per accedervi è obbligatorio farlo a piedi scalzi. Chiunque quindi voglia visitare il luogo deve chiudere un occhio su situazione igienica e topolini che – nella migliore delle ipotesi – camminano sui piedi dei visitatori.

Una visione veramente macabra è quella delle innumerevoli bambole appese per il collo ai rami degli alberi dell’isola di delle Bambole (Isla de Las Munecas), in Messico. Qui un uomo, dopo aver visto annegare sotto ai suoi occhi una bambina, ha deciso di ricordarla in questo modo.

Per chi soffre di claustrofobia poi è sconsigliato il tour dei tombini a Brighton: circa undici chilometri di sotterranei in quella che attualmente è ancora una fogna.. vi lasciamo immaginare l’odore!

E infine il primo posto tra i luoghi più bizzarri e macabri secondo noi è stato vinto da una chiesa che all’esterno appare come un normalissimo luogo di culto mentre al suo interno le pareti sono ricoperte completamente di ossa umane: parliamo della Cappella delle Ossa (L’Ossuario Sedlec) in Repubblica Ceca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.