Usa, Startup sviluppa un software che imita il cervello umano

In Usa, una startup sviluppa un software che imita il comportamento del cervello umano

In Usa, una startup sviluppa un software che imita il comportamento del cervello umano. Che sia fantascienza o meno, probabilmente lo scopriremo nel giro di pochi anni. Sta di fatto che ciò che sembra impossibile anche solamente pensare fino a pochi anni fa, adesso sta diventando un’idea seria. Quante volte abbiamo visto nei film distopici e pessimisti robot che provano a imitare i sentimenti degli esseri umani e quant’altro? Ebbene, da oggi, negli Usa, una startup sviluppa ufficialmente un software che imita il comportamento del cervello umano. “Stiamo costruendo un software che pensa e impara come un essere umano”, questa è la scritta che appare sul sito della compagnia Vicarious, ovvero della startup che si sta occupando della cosa. Il progetto sta nascendo in California e, come ovvio, sta attirando non solo l’attenzione di tutti ma anche i soldi di visionari investitori. Vicarious è stata fondata da D. Scott Phoenix, giovane laureato in Computer Science ed ex Ceo di Frogmetrics, e Dileep George, che ha preso il suo dottorato in Electrical Engineering dalla Stanford University. I soldi, 15 milioni di dollari, sono stati loro forniti da Good Ventures, e Founders Fund. Quest’ultima è una società del cofondatore di Paypal, che è stato uno dei primi a finanziare Facebook. Il progetto è avvolto nel mistero e sono poche le cose che sono trapelate, questo anche per evitare che nasca un’eventuale concorrenza e si impossessi delle loro idee. Dal sito si apprende che “Vicariuos sta sviluppando un software per l’apprendimento da parte delle macchine, basato sui principi computeristici del cervello umano. La nostra prima tecnologia è un sistema di percezione visiva che interpreta i contenuti di fotografie e video in una maniera simile a quella degli umani”. Insomma, il progetto è rivoluzionario. Che diventi realtà e abbia successo è difficile dirlo. Tuttavia, in molti stanno scommettendo su di loro e questo è di buon auspicio. Vedremo se questa startup di stampo Usa riuscirà nel suo intento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.