Luciano Ligabue a Che tempo che fa: la commovente storia della morte del figlio

Luciano Ligabue uno dei musicisti e cantante rock più amato nel nostro Paese, è stato ospite della trasmissione di Fabio Fazio “Che tempo che fa “per presentare il suo nuovo libro. Un’intervista molto toccante che ha colpito tanti. Il cantante nato a Correggio il 13 marzo del 1960, ha fatto alcune dichiarazioni lasciando tutti senza fiato, riguardo la morte del figlio. Luciano Ligabue ha sempre sognato una famiglia numerosa, questo l’ha sempre detto anche in precedenti interviste, ma perdere dei figli ancora non venuti alla luce, è stato bruttissimo. Il nuovo libro di Luciano Ligabue, intitolato “Scusate il disordine” si conclude proprio con la storia dolorosa della morte del suo figlioletto.

Il figlio nato e poi morto, e il giorno dopo il primo concerto voce e chitarra è stata una delle esperienze che ha lasciato il segno nella vita del cantante e che ha messo a nudo durante la sua intervista tutta la sua sofferenza. La forza di cantare e suonare al concerto racconta solo i fans me l’hanno data, da solo non sarei riuscito. Ecco cosa ha detto durante l’intervista di Fabio Fazio: “Trovarsi dopo la nascita di un figlio che muore e il giorno dopo c’è il primo concerto voce e chitarra, è la condizione più nuda – continua ancora durante la sua intervista – però al di là del fatto che è il racconto del concetto di the show must go on, io l’esperienza l’ho vissuta veramente e so che significa e so anche il beneficio che ne ho ricavato – conclude poi dicendo – ero a pezzi, non ero in grado e mi sono poggiato su di loro: è crudele che quando uno deve vivere un momento suo sia costretto ad allietare altri animi, ma è anche vero che riesci a beneficiare del contatto”. Molto commovente la sua intervista, che si è conclusa con l’annuncio del suo nuovo album che sarà un tantino diverso dagli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.