Michael Bublè lontano dalle scene: il suo piccolo è malato di cancro

Non ci sono buone notizie per la famiglia di Michael Bublè e per i suoi fan che cercano in queste ore di stare vicino al cantante. Purtroppo il figlio più grande di Micheal, il piccolo Noah ha il cancro. Il cantante e sua moglie hanno deciso di parlare con le persone a loro care e con i fan di questo dramma che stanno vivendo anche perchè Bublè ha deciso di ritirarsi per il tempo necessario per stare vicino al bambino. Per il piccolo Noah inizia una battaglia importante, la battaglia contro il cancro e Michael e sua moglie, vogliono stare al fianco del loro cucciolo per aiutarlo il più possibile. “Siamo devastati dalla notizia recente che ci parla della diagnosi di cancro per il nostro figlio più grande Noah che al momento viene curato negli Stati Uniti” queste le prime parole del messaggio che Bublè e sua moglie hanno condiviso con i fan. I due artisti spiegano di voler mettere da parte le loro carriere per dedicarsi completamente al loro piccolo Noah, combattere al suo fianco e sperare che il cancro non abbia la meglio su di lui. 

“We are devastated about the recent cancer diagnosis of our oldest son Noah who is currently undergoing treatment in the US. We have always been very vocal about the importance of family and the love we have for our children. Luisana and I have put our careers on hold in order to devote all our time and attention to helping Noah get well. At this difficult time, we ask only for your prayers and respect for our privacy. We have a long journey in front of us and hope that with the support of family, friends and fans around the world, we will win this battle, God willing.”

Questo il toccante messaggio in inglese che i genitori del piccolo hanno voluto condividere, un messaggio che si chiude con parole di speranza e di fede, con la speranza che il piccolo possa vincere questa difficile battaglia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.