Anche le scarpe riciclate per Beatrice di York e il suo matrimonio (Foto)

Beatrice di York, una principessa diversa da tutte le altre, un matrimonio che tra il riciclo delle scarpe e le cose prestate è stato all’insegna della sostenibilità. Le poche foto delle nozze di Edoardo e Beatrice svelano che anche le scarpe indossate dalla sposa erano già state calzate, dalla stessa principessa. L’abito da sposa preso dal guardaroba della Regina Elisabetta II, una creazione Haute Couture di Norman Hartnell che ha subito qualche lieve modifica, le maniche a sbuffo in organza, ma sempre sotto la visione della nonna. Come vuole la tradizione c’è un gioiello reale che va prestato alla sposa e non poteva che essere la tiara delle nozze con il principe Filippo. Mancavano le scarpe, la principessa Beatrice le ha prese da casa sua, un altro accessorio riciclato ma non prestato. Sono i suoi sandali preferiti, di raso, color champagne con micro perle sulla punta, di Valentino. 

GLI ACCESSORI DA SPOSA DI BEATRICE DI YORK

Un abbinamento perfetto, il colore champagne, il raso, le scarpe della sposa sembrano create per il luminoso abito satin Duchesse, ovvero il tessuto dell’abito del sì. La figlia di Sarah Ferguson e Andrea d’Inghilterra le aveva già indossate per altri due matrimoni, il primo quello del principe William, suo cugino, con Kate Middleton, era il 2011. Il secondo, il matrimonio del principe Amedeo di Belgio con Elisabetta Maria Rosboch Von Wolkenstein, era il 2014.

Le scarpe che calpestavano il selciato della All Saints Chapel in Windsor Great Park non erano state notate subito, tutti presi dall’abito vintage. Non c’è dubbio che la principessa di York abbia tenuto fede alla tradizione di indossare qualcosa di vecchio e di prestato nel giorno delle sue nozze, ma in genere le spose nascondono le cose vecchie o prestate a meno che non siano davvero preziose come nel caso della tiara di alta gioielleria.

In questo caso era tutto prezioso, un matrimonio insolito per una principessa speciale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.