Heidi Ferrer morta per i dolori del Long Covid, era la sceneggiatrice di Dawson’s Creek

Sembra assurdo leggere una notizia del genere ma sembra che Heidi Ferrer, la sceneggiatrice nota per avere scritto Dawson’s Creek sia morta a causa del Long Covid. E’ chiamata così quella che sembra sia una sindrome sviluppata dai pazienti che hanno avuto il covid ma che continuano a lungo termine ad accusare gravi problemi respiratori, disturbi del sonno, debolezza muscolare, stanchezza, dolori, deficit di memoria e tanto altro. Un numero incredibile di sintomi sembra avesse colpito anche la scrittrice che a 50 anni è morta, forse suicida proprio perché distrutta dal Long Covid. E’ il marito, Nick Guthe, ad averne dato notizia. Ha atteso per farlo e ha spiegato anche il motivo di questa attesa. Sua moglie è morta a maggio dopo 13 mesi di sofferenze. Heidi si era ammalata ad aprile del 2020 e sembra si sia tolta la vita dopo più di un anno di lotta contro il maledetto virus.

HEIDI FERRER E’ MORTA A 50 ANNI PER IL LONG COVID

“A tutti i lettori di Heidi, sono suo marito, Nick. Vi devo dare la tragica notizia della sua scomparsa a causa del Long Covid. E’ accaduto lo scorso 26 maggio. La terribile sofferenza fisica che non le permetteva di dormire l’ha portata a prendere questa decisione prima che la situazione peggiorasse. Non abbiamo intenzionalmente condiviso la notizia su Facebook perché molti dei genitori degli amici di Bexon sono su quel social. Visto che molti bambini stanno soffrendo psicologicamente a causa della pandemia, non sapevamo come sarebbe stata comunicata loro la notizia e volevamo proteggerli” ha scritto il marito sul blog di Heidi ‘Girl to Mom’ – Ma non vogliamo nascondere la cosa, visto che i problemi mentali delle persone affette dal Long Covid sono una crisi sanitaria pubblica a cui bisogna velocemente trovare una risposta”.

Il post lascia senza parole e prosegue: “Heidi amava ascoltare quello che avevate da dirle e non avrebbe mai fatto una cosa del genere se non fosse stato per il dolore causato dal Long Covid. Negli ultimi 13 mesi si è preso ogni singola parte della sua vita: la sua mobilità, il suo piacere per il cibo, visto che doveva seguire una dieta molto stretta, poi la possibilità di dormire e anche di leggere i libri che amava. Lo ha combattuto intensamente, tanto quanto le piaceva vivere, ma alla fine ha avuto la meglio e si è portato via ogni cosa. Abbiamo appena iniziato il processo di elaborazione della perdita”. Heidi era anche mamma, suo figlio Bexon aveva solo 13 anni. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.