Cristiano de Andrè su sua figlia Francesca: “Spero che metta la testa a posto”

cristiano e francesca de andrè

In una lunga intervista sul Corriere della sera, Cristiano de Andrè si racconta, parlando del suo passato e narrando diversi aneddoti che lo hanno visto protagonista. Tra ricordi e progetti per il futuro, il cantautore si racconta. Parla anche della sua famiglia e quando di fa notare il “peso” del cognome che lui porta e che ha quindi trasmesso ai suoi figli, si parla anche di Francesca, non nel modo in cui probabilmente, una figlia che sta affrontando un percorso complicato come il suo, vorrebbe.

Parlando di questo cognome importante, il cantante spiega che non è semplice portarlo addosso. E a proposito dei suoi figli, aggiunge: “ per fortuna i miei figli hanno scelto altri campi lavorativi che non sono la musica e questo indubbiamente li ha agevolati. Comunque portare cognome De Andrè è una bella responsabilità e non sempre è facile.” L’unica che bazzica nel mondo della tv e dello spettacolo è Francesca de Andrè che sta affrontando in questo momento, un periodo davvero buio della sua vita. Ha raccontato di recente la sua drammatica storia con il fidanzato, denunciando di esser stata intrappolata in una storia d’amore tossico, vittima di violenze sia fisiche che verbali.

Le parole di Cristiano de Andrè su sua figlia Francesca

Di sua figlia Francesca, Cristiano dice: “È un momento difficile per Francesca, lo è sempre stato. Mi auguro che riesca a capire un po’di cose e a mettere la testa a posto. Purtroppo viviamo in una società dove oggi si può avere successo raccontando il peggio di se stessi. E questo forse è il punto più basso che abbiamo raggiunto.” Forse non sono le migliori parole che una figlia vorrebbe sentirsi dire da suo padre, soprattutto in un momento delicato come quello che sta affrontando. Ma del resto tra i due, ci sono state accuse violentissime, problemi seri che a quanto pare, non sono stati mai risolti. La stessa Francesca, aveva raccontato che anche durante i giorni più difficili in ospedale, non c’era nessuno della sua famiglia al suo fianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.