Selvaggia Lucarelli dice addio alla sua mamma: è morta oggi in ospedale

Selvaggia Lucarelli dai social dice addio alla sua mamma: è morta oggi
mamma selvaggia lucarelli

Nelle ultime settimane Selvaggia Lucarelli aveva raccontato l’odissea affrontata dalla sua famiglia, dopo il ricovero in ospedale di sua madre, a causa del covid. La mamma di Selvaggia era ospite di una RSA, dove ha contratto il virus. Purtroppo la situazione è peggiorata e pochi minuti fa, dai social, la giornalista, ha annunciato che la sua mamma è morta, non c’è più. Aveva raccontato in questi giorni, delle poche notizie ricevute dall’ospedale, del ricovero in una struttura diversa da quella più vicina alla sua RSA. E poi i giorni passati in pronto soccorso, la terapia intensiva. Le rassicurazioni e forse poi, il peggioramento. Oggi la sua mamma non c’è più e Selvaggia la ricorda con dolcissime parole. Di lei, ha parlato anche nel suo ultimo podcast, una sorta di arrivederci, una sorta di testamento, per raccontare di quella famiglia tanto disfunzionale quanto unita in questa fase della vita, nonostante tutto. Nonostante la malattia di sua madre, l’Alzheimer, che aveva cambiato tutto. Il trasloco da Civitavecchia, il papà che entra nella famiglia e vive insieme a lei, Lorenzo, Leon e gli amati animali. E mamma Nadia, presente da lontano.

E’ morta la mamma di Selvaggia Lucarelli, l’ultimo saluto sui social

Con queste parole, Selvaggia ha salutato la sua mamma:

Questa mattina presto mia madre, Nadia, è morta. È morta di Covid e di compromessi. I compromessi che tutti abbiamo accettato per continuare a vivere, lasciando inevitabilmente indietro qualcuno. Quelli come lei, nella maggior parte dei casi: i fragili. Non sono arrabbiata, perché io stessa ho ripreso il passo veloce di chi ha urgenza di vivere. E so che mia madre, che era prima di tutto una donna generosa, altruista, sempre in pena per il mondo, avrebbe barattato- anche consapevolmente- il suo sacrificio per il nipote che torna a scuola, per me che torno a viaggiare, per suo marito che può passeggiare nel parco, per la vita di tutti che ricomincia a germogliare. Mi piace pensare che se ne sia andata all’alba per questo: per salutarci tutti e augurarci una bella giornata, “correte, non vi preoccupate per me”. Come era lei, come ha vissuto.

Ci uniamo anche noi in questo momento di lutto, a tutta la famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.