Bruno Vanzan in libreria con Tutti i miei Cocktail: l’intervista

Oggi solo per il lettori di Ultime Notizie Flash l’intervista a Bruno Vanzan. I fans di Benedetta Parodi lo conoscono bene ma anche tutti gli appassionati della straordinaria arte del Flair bartending  ( Bruno è infatti un campione di fama mondiale). Da qualche giorno in edicola il suo primo libro, Tutti i miei cocktail, per un sogno che si avvera; non aggiungiamo altro e vi lasciamo alla nostra intervista.

1- Da poche ore il tuo libro è in edicola: che emozioni ha provato in attesa di questo giorno e cosa invece ha provato nel vedere il tuo facciano sullo scaffale di una libreria

Prima di tutto volevo salutare tutti voi e coloro che stanno leggendo questa intervista.

Le emozioni sono state molteplici, diciamo che ho lavorato duramente per 8 mesi a questo progetto che per tanti può essere chiamato libro ma per me si chiama sogno. Sinceramente non ho resistito ad andare subito nella prima libreria per vedere se sugli scaffali ci fosse il mio libro, ma una volta arrivato davanti alla porta (scorrevole) ho provato una sensazione di imbarazzo/gioia come se fossi al debutto della prima puntata di un programma tutto nuovo, questa volta il mio.

2. Sei stato più in ansia la notte prima di andare in tv da benedetta o la notte prima che il tuo libro arrivasse in libreria?

Quando fui chiamato per registrare “I Menu di Benedetta” non sapevo cosa mi attendesse e quindi ho vissuto in maniera molto serena la cosa, questa volta era diverso, diciamo che in questo caso il giudizio positivo/negativo della gente riguardava solo me e quindi possiamo definire l’8 di Ottobre nel mio calendario la “Notte prima degli esami”

3- Parliamo di lavoro adesso..E’ stata una estate ricca per te: in giro per il mondo hai portato diversi trofei a casa…Raccontaci un pò dove sei stato e cosa hai vinto

Sinceramente è stata un’ estate meravigliosa, ho trascorso più di un mese in America, precisamente a Los Angeles, passando per la Finalndia, Londra, Roma, Gallipoli, Mosca. Sono stato ospite di tanti amici sparsi nel mondo che mi hanno fatto sentire a casa in indipendentemente se ci fosse l’oceano o la neve al nostro fianco, diciamo che sono riuscito ad unire la vacanza al lavoro (cosa che mi capita raramente); i risultati? Be’ ho ottenuto 2 vittorie, un secondo posto e due 6 posti a livello mondiale, posso ritenermi super contento.

bruno

4-Tanti sacrifici, tante ore lontano da casa ma tanto successo. I tuoi familiari t sono sempre vicini, t hanno aiutato molto in questo periodo di crescita?

La famiglia, una se non la cosa più importante che ci sia. La mia non la definisco una famiglia normale, sai non siamo di quelle persone che cenano insieme, fanno colazione alla stessa ora o si ritrovano per le festività.. ma una cosa te la posso dire, non la cambierei che niente al mondo. Abbiamo un modo tutto nostro di starci vicino a vicenda, a volte non ci sentiamo per giorni, ma abbiamo la consapevolezza dell’amore infinito che ci lega. Se sono riuscito ad realizzare questo progetto e anche merito loro. Ps: e poi come dimenticarsi mia mamma che correva in tutti i supermercati nell’intento di aiutarmi a trovare gli ingredienti per i cocktail durante lo shooting fotografico. Stupenda!

5- E ora di nuovo il tuo libro: raccontaci qualche aneddoto per esempio…chi sceglieva il tuo look per le foto o come si passava il tempo tra uno scatto e un altro?

Devo dire che avuto la fortuna di poter lavorare con persone straordinarie, grandi professionisti come Stefano Manclossi (il mio Stilyst) che sceglieva i look per le foto, Cosimo Buccolieri fotografo di fama mondiale che ha immortalato la copertina e le aperture dei capitoli (ricordo ancora una scena che penso ci abbia fatto ridere per due giorni, dopo 8 ore di shooting mi disse “Brunooo dammi il tuo sorriso migliore” quello che potevo dargli in quel momento era una ruga spuntata dalla stanchezza e una carie su un dente venutami per lo zucchero mangiato per tenermi in piedi, Fenomeno!), Antonio de Lorenzis, scultore, che con me a realizzato tutte le guarnizione dei cocktail (il briefing per decidere la frutta lo facemmo alle 2 di notte in un ristorante di Milano che voleva cacciarci fuori perché non vedeva l’ora di chiudere), e poi tutto il team di Rizzoli, Laura, Patrizia, Sara e Cecilia che sono state con me tutto il tempo (non solo nel lavoro di “ufficio”) dandomi supporto in tutto e per tutto. Sono stati giorni in cui abbiamo lavorato 20 ore su 24, ma quando si crea un team la stanchezza non si sente!!

6- Solo per noi di Ultime Notizie Flash: cosa metteresti in un cocktail da dedicare al nostro giornale?

Bella domanda! Partiamo dal nome, Scoop! Lo trovo originale e adatto al vostro giornale. Ricetta: Tequila-Fragole fresche-Cioccolato bianco e peperoncino macinato. Un mix esplosivo proprio come il vostro giornale!

bruno vanzan

7-Progetti per il futuro: cosa farai?? Ti vedremo ancora in tv o ti dedicherai al tuo lavoro?

Una domanda da un milione di dollari! A parte gli scherzi, sicuramente continuerò ad occuparmi di formazione come faccio da ben 3 anni, insegnando in Planetone (la mia scuola), faremo nel giro di 3 o 4 mesi molte presentazioni per il libro toccando almeno 10 importanti città italiane e poi chi sà.. posso dirvi solamente che una piccola sorpresa ci sarà…tv? Webtv? Magazine? Dovrete ancora sopportarmi e seguirmi per scoprirlo!! Un abbraccio caloroso a tutti i lettori di Ultime Notizie Flash

Noi ringraziamo Bruno per la sua infinita gentilezza e gli auguriamo il meglio. Se volete passarlo a trovare su Facebook la sua pagina ufficiale è Bruno Vanzan mentre quella dedicata al libro è Tutti i miei Cocktail.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.