Centovetrine, anticipazioni puntata di oggi 21 ottobre 2013

Tornano le anticipazioni di Centovetrine, la soap opera ambientata a Torino in onda oggi pomeriggio, lunedì 21 ottobre 2013, su Canale 5. Prima di fornirvi, in anteprima, la trama della puntata di oggi, andiamo a ricordare, in breve, dove eravamo rimasti. Nella puntata precedente, abbiamo visto Laura Beccaria alle prese con i primi giorni di detenzione.La donna si sente isolata dal mondo esterno ed abbandonata perfino da suo marito: nessuno le crede, tutti pensano che sia stata davvero lei ad avvelenare Margot. Intanto Sebastian Castelli lavora duramente per recuperare il potere nella holding Ferri. Ma i suoi pensieri sono tutti per sua moglie Laura: l’uomo ha cercato in tutti i modi di riavvicinarsi a lei. Sveva ha capito come farsi ben volere nella tenuta di Serralunga ma Viola ancora non si fida di lei. Ivan Bettini, infine, ha scoperto che la morte di Oriana non è stata un incidente: la donna è stata uccisa volontariamente da qualcuno.
Scopriamo ora che cosa ci aspetta nel nuovo episodio in onda oggi pomeriggio.

Centovetrine anticipazioni: la trama della puntata in onda oggi 21 ottobre 2013
La situazione di Laura in carcere è sempre più complicata: la donna è costretta, ogni giorno, a subire le vessazioni di Santina, una detenuta violenta. Laura e la sua compagna di cella Stefania vengono picchiate dalla galeotta. L’equilibro psicologico di Jacopo Castelli è sempre più precario: il giovane se la prende con un paparazzo e lo picchia selvaggiamente. Intanto Ivan Bettini inizia a convincersi che è stata Carol Grimani ad uccidere Oriana. L’uomo va a bussare alla porta dell’imprenditrice e la definisce “assassina”. Leo Brera è molto preoccupato perchè sa che liberarsi da questo sospetto sarà tutt’altro che semplice. Ivan Bettini è soltanto sconvolto per la morte di Oriana oppure le sue accuse hanno un fondo di verità? Infine, Viola continua a guardarsi le spalle dalla presenza di Sveva a Serralunga…

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.