Nina Moric confessa: violentata più volte dal padre quando era bambina

Nina Moric prende fiato e coraggio e rivela di essere stata violentata dal padre, di avere subito l’inferno quando era solo una bambina. Nina Moric parla delle violenze sessuali di un padre che più volte l’ha mandata in ospedale, lo fa nel corso della puntata di oggi 26 ottobre 2013 di Verissimo che vedrempo alle 16:15 su Canale 5.

Non ci sono molte parole da aggiungere alla rivelazione choc di Nina Moric, si può solo abbassare la testa davanti a tanta sofferenza e ascoltare ciò che la bella modella croata ha da dire.

E’ un’intervista esclusiva che la Moric concede a Silvia Toffanin, a Verissimo, con l’intento di aiutare le ragazzine che si trovano nel dolore che lei solo oggi ha superato.

Oggi ha 37 anni e trova la forza di dire: “Da bambina sono stata violentata da mo padre”. Poi aggiunge: “Sono finita in ospedale molte volte per colpa di mio padre che mi violentava”. Nina riesce a ripetere più volte quelle parole dolorose, chiamo quell’uomo ancora padre ma confida che sono 5 anni che non ha più contatti con lui e per lui adesso prova solo indifferenza.

Ha superato tutto anche il seguito di quell violenze che racconta: “Negli anni ho avuto problemi di autolesionismo e anoressia perché pensavo che quel che era successo fosse colpa mia. Ed è anche per questo motivo che sono scappata dalla Croazia a soli 16 anni”.

Forse adesso la fragilità di Nina Moric è più comprensibile e c’è solo da ammirarla per la forza che è riuscita a tirare fuori. Ha sempre detto e dimostrato che suo figlio Carlos è l’uomo della sua vita, per ogni mamma è un po’ così ma la protezione che ha nei confrnti del suo ometto appare oggi diversa. Non spezzerà il legame che c’è tra Carlos e il papà. Fabrizio Corona è ancora in carcere e finalmente sono riusciti a raggiungere un accordo con il Tribunale dei Minori: il piccolo potrà andare a trovare il suo papà.

L’intervista di Nina Moric potrete seguirla oggi a Verissimo.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.